MADRE, acronimo di Museo Arte Donna REgina, è il principale museo d ’arte contemporanea di Napoli gestito dalla Fondazione Donnaregina.

Il museo napoletano ha sede nello storico palazzo di Donnaregina nel pieno centro storico della città e a pochi passi da luoghi turistici conosciuti come il Duomo di Napoli, il Museo Archeologico Nazionale e l’Accademia delle belle arti.



Breve storia del Museo Madre

Napoli è da sempre città di contraddizioni in cui sacro e profano si fondono continuamente, il Museo trae il proprio nome dall’edificio che lo ospita, il Palazzo Donnaregina, che come tutta l’area in cui sorge deve la denominazione al Monastero di S. Maria Donnaregina, fondato dagli Svevi (XIII secolo).

Museo MADRE, Napoli

Dell’antico complesso conventuale rimangono oggi solo la chiesa omonima, che si affaccia su piazza Donnaregina e la chiesa trecentesca di Donnaregina vecchia, in stile gotico.

Il progetto di ristrutturazione e conversione in museo dell’immobile venne messo in opera nel 2004 e porta la firmato dall’architetto e urbanista portoghese Álvaro Siza. L’apertura al pubblico avviene nel 2006 con il completamento delle sale del secondo piano, che ospita parte della collezione, e quelle del terzo piano destinato alle esposizioni temporanee.

Le collezioni del Museo Madre

Al primo piano del museo sono collocate le opera permanenti di Clemente, Lewitt, Long, Bianchi, Fabro, Koons, Paladino, Kounellis,Horn, Paolini e Serra. Il percorso espositivo del secondo piano propone invece un centinaio di lavori che si alternano ogni 3 o 4 anni. I terzo piano e’ destinate alle esposizioni temporanee.

Il museo inoltre, continua ad arricchirsi di nuove opere grazie anche al progetto Per_formare una collezionecompletamente dedicato alla formazione dinamica di una collezione permanente capace di arricchirsi nel tempo.

Cavalleria psichedelica al Museo Madre

Oltre ai tre piani dedicati alle esposizioni, il museo propone un auditorium, una libreria, una biblioteca, laboratori didattici e un ristorante con annessa caffetteria. Su al terzo piano, poi, c’è la possibilità di salire su un terrazzo che offre un panorama niente male con gran parte della città e soprattutto il mare.

Simbolo del museo Madre è la splendida opera di Mimmo Paladino, un cavallo stilizzato che ricorda l’immagine omerica del cavallo di Troia.

Informazioni utili

Indirizzo: Via Luigi Settembrini 79, 80139 Napoli
Apertura: da lunedì a venerdì ore 10.00 – 21.00 – Chiusura settimanale: martedì
Costo biglietti: intero € 7,00 – ridotto € 3,50 – Lunedì gratis.
Come arrivare: Metropolitana Linea 2, fermata Cavour – Metropolitana Linea 1, fermata Museo
Sito Web: www.madrenapoli.it

Come arrivare al Museo Madre :  Metropolitana Linea 1 — fermata Museo; Metropolitana Linea 2 — fermata Piazza Cavour poi circa 200 metri a piedi