Forse questo articolo non basterà a ripercorrere il passato di Napoli, una città troppo seducente per passare inosservata. Proverò dunque a ripercorrere brevemente la sua millenaria storia.

La città di Napoli, ricca di storia e di tradizione, domina l’omonimo golfo, ed è circondata da luoghi meravigliosi quali il Vesuvio, la penisola sorrentina, le isole di Capri, Ischia e Procida e i Campi Flegrei. Oltre ai suoi splendidi paesaggi, la città deve la sua meritata fama anche al fascino di un centro storico che racconta 2500 anni di storia ed è stato inserito nel 1995 nel World Heritage List dell’UNESCO… Napoli è una destinazione turistica di prima importanza in Italia!

Le origini di Napoli

L’origine della fondazione di Napoli è legata a miti e racconti molto antichi. Neapolis, fondata dai greci nel IV secolo a. C., è legata alla leggenda della Sirena Partenope, narrata da Omero nel XII canto dell’Odissea. La leggenda racconta che tre sirene scelgono di morire per la delusione di non essere riuscite a fermare il marinaio Ulisse, pur estasiato dal loro canto. Il corpo che il mare depone sul lido dì Megaride, la piccola penisola dove ora si trova Castel dell’Ovo, è appunto quello di una delle tre sirene, Partenope, e di qui il nome alla città che nasce.

Napoli dal mare (Gaspard van Wittel)

Fin dalla sua fondazione, la città di Napoli è stata punto di incontro di popoli e culture diverse. La conquistarono e abitarono prima i Greci, poi i Sanniti, i Romani, i Bizantini. Nel Medioevo si avvicendarono al potere gli Svevi, i Normanni e gli Angioini; nel Rinascimento gli Aragonesi e, successivamente, gli Spagnoli e gli Austriaci. Nel XVIII sec. i Borbone promossero la rinascita del Regno di Napoli che divenne indipendente nel 1734 con il re Carlo III; dopo la parentesi napoleonica e la Restaurazione, dal 1861 le vicende di Napoli si sono fuse con la storia dell’Italia unita.

Napoli oggi

Capoluogo della Regione Campania e capitale del Mezzogiorno d’Italia, Napoli oggi copre una superficie di 117 Km quadrati, con una popolazione, nella sola città, di oltre un milione di abitanti.

Napoli oggi, capitale sud Italia

Non esitate a visitare questa città vivace, spesso turbolenta e camminare per le strade della sua zona commerciale (Spaccanapoli, il cuore del centro storico di Napoli), i Quartieri Spagnoli, le colline residenziali del Vomero e Posillipo, la seconda offre una vista mozzafiato sulla città aperta sul Mediterraneo, con il Vesuvio sullo sfondo, potrete anche ammirare il tramonto sulla baia di Nisida.

Nella zona dei Campi Flegrei, invece, sono più evidenti costruzioni di epoca antica e veri e propri siti archeologici di rilievo mondiale: Cuma, l’anfiteatro di Pozzuoli, le terme di Baia, per citare solo alcuni dei siti più importanti. Dirigendosi verso sud, i siti archeologici di Ercolano e Pompei sono inevitabili, la Costiera Amalfitana è un piacere e una visita al sito antico di Paestum (che si trova a pochi chilometri da Salerno) è obbligatorio.

Le tradizioni culinarie non fanno eccezione e si mangia molto bene a Napoli, che ha visto nascere la prima pizza! Per uscire dai sentieri battuti e godere di una situazione unica, si deve assolutamente cenare a Marechiaro, piccolo porto di pesca con ristoranti che offrono piatti vari e deliziosi (luogo molto popolare tra i napoletani).

Godetevi la vostra visita e godetevi il vostro soggiorno a Napoli!