L’ordine dei Frati Predicatori di San Domenico Maggiore ha dato vita al DOMA – Museo dell’Opera San Domenico Maggiore, uno dei monumenti più importanti della città di Napoli.

Una suggestiva esperienza che attraversa 8 secoli tra arte, storia, cultura e fede.



Sita lungo il decumano inferiore nell’omonima piazza, la Chiesa di San Domenico Maggiore ha origini gotiche ma presenta oggi una struttura dall’aspetto per lo più barocco, regalatogli a seguito del più importante intervento di restaurazione ad opera di Vaccaro.

Due i percorsi proposti

L’ itinerario è affascinante ed unico, arricchito dall’apertura alle visite della cripta annessa alla Cappella del Rosario appartenuta alla potente famiglia dei Carafa di Roccella. L’ambiente sotterraneo, mai reso accessibile fino ad oggi, conserva ancora la terra santa usata per il rito della doppia sepoltura.

Complesso Monumentale San Domenico Maggiore

 

Percorso museale standard. La visita guidata permette di scoprire la Sagrestia con le tombe aragonesi; la Sala degli Arredi Sacri con la Collezione di abiti del XVI secolo e il Salvator Mundi della scuola di Leonardo da Vinci.

Percorso museale completo. Culmina con la visita al Corridoio e alla Cella di San Tommaso d’Aquino e, quando possibile, alla Sala del Capitolo e ai Refettori.

L’accesso al museo avviene dalla Basilica di S.Domenico Maggiore, nella navata destra, dove è posta la Sagrestia.

La Sacrestia

Sacrestia di San Domenico Maggiore

La Sagrestia, decorata in stile barocco, è un ambiente a pianta rettangolare, progettato da Giovan Battista Nauclerio nel XVIII secolo. Lungo le pareti si trovano gli stalli in noce realizzati da Domenico Russo su disegno di Giovan Battista Nauclerio.

La volta, invece, è stata affrescata nel 1709 da Francesco Solimena con il Trionfo della Fede sull’Eresia ad opera dei Domenicani.

A quasi quattro metri d’altezza c’è un ballatoio, chiamato “passetto dei morti”,  che corre su tre lati della Sagrestia. Qui si trovano allineate le cosiddette Arche aragonesi. 38 feretri che hanno contenuto i corpi (alcuni imbalsamati) di re e principi aragonesi, e di nobili napoletani, morti tra il XV e XVI secolo.

Tra i corpi era presente anche quello di re Alfonso V d’Aragona, morto nel 1458, le cui spoglie furono però traslate nel 1666 in Spagna. La sua arca, ormai vuota, è sormontata da un ritratto del re risalente al secolo XVII.

Sala degli Arredi Sacri

Sala Arredi Sacri di San Domenico Maggiore

La Sala, conosciuta anche come Sala del Tesoro, viene costruita nel 1690 per custodire in teche d’argento i cuori di Carlo II d’Angiò, Alfonso I d’Aragona e Ferdinando I di Napoli. Purtroppo le teche furono fuse durante l’occupazione francese del XIX secolo.

Oggi ospita una mostra permanente di abiti aragonesi e di oggetti e paramenti sacri appartenenti ai frati domenicani suddivisa in quattro sezioni tematiche.

Tra le opere conservate custodisce un enigmatico Cristo Benedicente ispirato al Salvator Mundi di Leonardo da Vinci. E’ stata recentemente attribuita al pittore messinese Girolamo Alibrandi, allievo prediletto di Leonardo. Viene portata a Napoli nel XVI secolo da Giovan Antonio Muscettola.

Salvator Mundi San Domenico Maggiore Napoli

Corridoio e Cella di San Tommaso

Saliti al primo piano del convento ci si trova nel cosiddetto Corridoio di S.Tommaso sul quale si affacciano le celle dei monaci ancora oggi abitate. Tra queste celle si trova anche la Cella di S.Tommaso d’Aquino, abitata dal Santo nel suo ultimo periodi di vita e di permanenza nel convento. All’interno è conservato un prodigioso Crocifisso ligneo del XIII secolo.

Cella di San Tommaso museo DOMA

All’interno della cella, restaurata in stile barocco, sono raccolti oggetti che ricordano il passaggio in questo convento del Santo. Sulle porte delle celle ci sono dipinti murali realizzati da Domenico Viola con epigrammi riferiti alle Storie della vita di S.Tommaso.

DOMA San Domenico Maggiore

Dove – Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore Napoli
Orari – Lun-Ven: 10.00/13.00 | 16.00/18.00 – Sab-Dom: 9.30/18.30
Prezzo – intero 5.00 euro, ridotto 3.00 euro
Info e prenotazioni: 333 8638997