A circa mezz’ora di auto dal capoluogo campano, alle pendici del Vesuvio, si trova Pompei uno dei siti archeologici più noti al Mondo, ma solo visitandolo si può cogliere l’inestimabile valore storico-culturale che lo caratterizza.



Cenni Storici

Pompei fu fondata dagli Osci intorno all’VII secolo a.C., anche se diverse testimonianze attribuiscono i primi insediamenti umani già a partire dal IX secolo a.C. Passata sotto il dominio dei romani nel III secolo a.C., continuò il suo sviluppo, esportando in tutto il Mediterraneo, olio e vino, di cui era produttrice. Il 24 agosto del 79 d.C. il Vesuvio si risvegliò e la distrusse insieme con le vicine Ercolano e Stabia, rimanendo sepolta per quasi 1700 anni.

Questa antica città dell’Impero Romano fu come cristallizzata in seguito all’ eruzione del Vesuvio nell’anno 79 d.C., una delle più grandi tragedie della storia antica. Tutto venne come “bloccato” in una terribile istantanea : tonnellate di ceneri, pomici e lapilli l’hanno coperta sotto uno strato di oltre 6 metri preservandola, nel contempo, dalla maggior parte delle offese del tempo. Gli stessi materiali piroclastici, cementandosi attorno ai corpi investiti, ne hanno conservato l’impronta, consentendo agli archeologi di restituirceli negli atteggiamenti assunti a seguito di brevi ma atroci agonie.

Fu solo nel 1748, sotto il regno di Carlo di Borbone, che iniziarono le prime esplorazioni. Grande impulso agli scavi fu invece dato nell’ 800, mettendo in luce tra il 1806 e il 1832 la maggior parte degli edifici pubblici del Foro e alcuni fra le piu’ importanti case private come quella di Pansa, del Poeta tragico e del Fauno.

Pompei, Teatro Grande

Attrattive

Durante una visita agli scavi di Pompei, è possibile vedere ancora le mura della città e delle abitazioni, ma anche l’interno di alcune delle residenze degli aristocratici romani, che presentano i vari ambienti in cui si svolgevano le attività di vita quotidiana, caratterizzati da affreschi, mosaici e statue.

Tra i luoghi da vedere di maggiore interesse durante la visita ci sono: l’Anfiteatro, la più antica costruzione in pietra mai scoperta e destinata ai combattimenti tra gladiatori, nelle cui vicinanze è possibile ammirare lo spiazzo della grande palestra dei Gladiatori, il Tetro Grande e il Teatro Piccolo, poi c’è il Macellum (i mercato), situato strategicamente in posizione centrale.

Tra le abitazioni merita una visita la Casa del Fauno, di epoca romana, tra le più vaste e maggiori dimore di tutta Pompei, che deve il suo nome a Fauno, divinità romana dei boschi e della natura. Caratterizzata da imponenti giardini con colonne alte che ne delimitano lo spazio, affreschi e mosaici sui pavimenti.

E infine il Foro, cuore pulsante della città, polo religioso, economico e culturale, dove si svolgevano i più importanti dibattiti politici. Al centro del Foro sorge il Tempio di Apollo, uno degli edifici più antichi di Pompei, dove si veneravano diverse divinità come Apollo e Mercurio.

Pompei Villa dei Misteri

Fuori dalle mura, Villa dei Misteri meriterebbe da sola una visita per la presenza di importanti stili architettonici dell’epoca che caratterizzano i diversi ambienti adibiti a panificio, cucine, forno e cella per i vini.

Molti dei reperti recuperati presso il sito archeologico di Pompei, tra cui anche semplici suppellettili di uso quotidiano, sono conservati nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli e nell’Antiquarium di Pompei.

Non si deve pensare che Pompei sia solo un sito archeologico, nel centro vale la pena di visitare il Santuario della Madonna di Pompei, considerato tra i santuari mariani più importanti del cattolicesimo.

Accessi al sito archeologico di Pompei

In Treno:
Porta Marina: Circumvesuviana Napoli-Sorrento (fermata Pompei Villa dei Misteri)
Piazza Anfiteatro: Circumvesuviana Napoli-Poggiomarino (fermata Pompei Santuario)

In Auto:
Autostrada A3 Napoli-Salerno (uscita Pompei ovest)
Autostrada A3 Salerno-Napoli (uscita Pompei est)

Orari

• dal 1° novembre al 31 marzo: tutti i giorni dalle ore 8.30 alle 17.00 (ultimo ingresso ore 15.30)
• dal 1° aprile al 31 ottobre: tutti i giorni dalle ore 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 18.00)
• Giorni di chiusura: 1° gennaio – 1° maggio – 25 dicembre

Sito Web di Pompei: http://www.pompeiisites.org/