Pompei è famosa non solo per gli scavi ma anche per il Santuario della Beata Vergine del Rosario. Uno dei luoghi di culto mariani più visitati al Mondo e meta di pellegrinaggio di fedeli dal 1901, data del suo completamento.

La Basilica pontificia è fortemente voluta dal avvocato Bartolo Longo, beatificato da papa Giovanni Paolo II il 26 ottobre 1980. Viene eretta grazie alle offerte spontanee di migliaia di credenti provenienti da ogni parte del mondo.



Insieme al Santuario venne avviata l’urbanizzazione dell’area, dando origine alla nuova Pompei, accanto alle rovine dell’antica città romana – Scavi di Pompei.

Pontificio Santuario della Madonna del Rosario

Il progetto e i primi lavori sono dell’architetto Antonio Cua. Dal 1901 il lavori vengono continuati da Giovanni Rispoli che si occupa della facciata monumentale; la statua di marmo di Carrara della Vergine del Rosario è di Gaetano Chiaramonte. Il 7 maggio 1891 il Santuario è stato consacrato e, per opera di papa Leone XIII, divenne Basilica Pontificia.

Il Campanile, alto 80 metri fino alla croce in rame e bronzo, è del 1925. La Basilica è a croce latina con tre navate, in quella centrale si erge la cupola di 57 metri di altezza.

Santuario di Pompei - Madonna del Rosario

La Madonna del Rosario

L’interno è ricco di marmi, affreschi, mosaici e alcuni degli ex voto donati dai fedeli che hanno avuto la grazia della Madonna. Nel Museo sono esposti oggetti preziosi donati alla Vergine. Sull’altare maggiore, invece, si può ammirare la veneratissima Madonna del Rosario, una tela seicentesca attribuita alla scuola di Luca Giordano.

Il quadro rappresenta la Madonna che offre un rosario a San Domenico Guzman, fondatore dell’ordine domenicano e a Santa Caterina di Alessandria. La tela pare sia stata comprata a un rigattiere da Padre Alberto Maria Radente del Convento di San Domenico Maggiore per farne dono a Bartolo Longo. Secondo la leggenda la tela è stata portata a Pompei su un carretto abitualmente utilizzato per trasportare il letame da e verso le campagne.

Il dipinto è stato mostrato per la prima volta il 13 Febbraio 1876, e già quel giorno fece il primo miracolo con la guarigione di una ragazzina giudicata inguaribile dall’epilessia. Da quel momento il Santuario di Pompei attira un grandissimo numero di pellegrini provenienti da ogni parte del mondo, per rivolgere a Maria le proprie preghiere e ricevere una sua grazia.

Madonna di Pompei Bacio del Quadro

La Supplica alla Regina del Santo Rosario

Due volte l’anno viene recitata la Supplica alla Regina del Santo Rosario di Pompei, scritta dal Beato Bartolo Longo nel 1883.

  • La prima domenica di ottobre, il mese del rosario;
  • L’8 Maggio, che è l’anniversario della posa della prima pietra del Santuario di Pompei (era l’anno 1876).

Un altro appuntamento molto importante e sentito per i fedeli alla Madonna di Pompei è il solenne Bacio al Quadro della Madonna di Pompei.

Ogni 13 Novembre, giorno dell’anniversario del suo arrivo a Pompei, l’effige della Vergine viene fatta scendere dal trono e posta sul presbiterio. In questo modo ai fedeli viene data la possibilità di baciare e ringraziare la Madonna per la protezione e per l’aiuto costante nella loro vita.

Informazioni Utili

Indirizzo: Piazza Bartolo Longo, 1 – 80045 Pompei (NA)
Sito Web: http://www.santuario.it

Come arrivare al Santuario di Pompei

  • Macchina: Autostrada Napoli Salerno, casello Pompei Ovest (per chi proviene da Napoli) o casello Pompei Est – Scafati, (per chi proviene sa Salerno).
  • Circumvesuviana: fermata “Pompei Villa dei Misteri” o “Pompei Santuario”.