A pochi passi da Piazza del Gesù, precisamente in Via Santa Chiara 10 C, si trova la Chiesa di San Francesco delle Monache, ad alcuni ancora sconosciuta.

Nata come domus eleemosynariae per accogliere le monache senza clausura che dispensavano le regie elemosine, con la soppressione del monastero nel XIX secolo, è iniziato l’uso profano del complesso, prima caserma, poi collegio e, oggi sede del Centro di Cultura “Domus Ars” che organizza mostre di pittura, fotografia e scultura e ospita concerti e pièce teatrali.



Storia del Complesso di San Francesco delle Monache

Il complesso, costruito tra il 1230 e il 1235 come dimora privata della nobile famiglia dei Rebursa, venne successivamente trasformato in monastero per volontà della regina Sancha, moglie di Roberto d’Angiò. All’inizio ospitò le monache del vicino Complesso di Santa Chiara, la cui chiesa era ancora in costruzione.

San Francesco delle Monache, Napoli

Aneddoto – Qui vi si rifugiò nel cinquecento Giulia Gonzaga, contessa di Fondi, in fuga dal crudele pirata Barbarossa che voleva farla sua, proprio grazie alla sua presenza ed alla sua profonda amicizia instaurata con Juan de Valdès, divenne un centro nevralgico della riforma religiosa a Napoli.

Il ricordo dell’antico monastero sopravvive solo nel piccolo chiostro medievale romanico, che conserva alcuni stralci degli affreschi raffiguranti la storia di San Francesco, di santa Chiara e delle clarisse e nel parlatoio delle monache splendidamente decorato.

L’ingresso della Chiesa è caratterizzata da un imponente portone in piperno e ferro battuto quasi a proteggere l’entrata dagli sguardi incuriositi di chi si trova a passare di lì.


Foto Yogananda-napoli.org

L’interno, a croce latina con rivestimenti di marmi policromi, presenta un’unica navata con numerose cappelle laterali, una di queste è sormontata da un bellissimo organo in legno dorato del 700 con lo stemma della casata committente Nisio-Gargano che commissionò anche altre opere come l’altare della seconda cappella a sinistra.

Di notevole interesse anche il patrimonio pittorico della chiesa, degno di nota il dipinto nella prima cappella a destra della navata, si tratta di un’ Assunzione (inizialmente attribuita a Bernardo Cavallino) del noto pittore di Cento, Giovanni Francesco Barbieri, detto il Guercino, uno degli artisti più importanti del ‘600 italiano.

Domus Ars Napoli
Domus Ars Centro di Cultura Napoli

L’associazione Il Canto di Virgilio, che dal settembre 2011 ha la titolarità esclusiva della bellissima Chiesa San Francesco delle Monache di Napoli, ha creato un centro di cultura permanente al quale è stato dato il nome di “Domus Ars Centro di Cultura ” in ricordo del suo primo nome “Domus eleemosynaria”.

Il Centro di Cultura nasce con l’intento di essere un’oasi di benessere culturale, organizza e promuove laboratori di musica, teatro, danza, seminari e convegni.

Chiesa di San Francesco delle Monache – Via Santa Chiara, 10 C – Napoli
Domus Ars Centro di Cultura Website http://www.domusars.it/