La prima edizione del Festival Muse al Museo dal 19 al 25 aprile 2017, si svolgerà tra le sale del Museo Archeologico di Napoli, un festival internazionale che tocca tutte le arti: letteratura, musica, teatro, danza, scienza, arte, cinema, fumetti e nuove tecnologie.

Si tratta di un progetto originale e innovativo costruito sui principi della valorizzazione dei beni culturali previsti dalla riforma Franceschini e voluto dal direttore del Mann Paolo Giulierini.

Una grande novità che porterà per sette giorni tra le sale dello storico Museo Nazionale di Napoli artisti di primo piano dai musicisti Stanley Jordan e Ray Wilson, alla cantante portoghese Carmen Souza insieme a Gino Paoli, Peppe Servillo e i Solis string quartet e Tosca, nonchè il regista Ferzan Ozpetek e il poeta Guido Catalano. In particolare sabato 22 e domenica 23 aprile parteciperà all’evento la Apple Academy in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione dell’Università Federico II di Napoli e del King’s College di Londra.

Mann Napoli: Muse al Museo

La prima data da ricordare è quella che darà un assaggio di questo Festival. Giovedì 30 marzo, infatti, nella Sala del Toro Farnese alle ore 17:00, si svolgerà il primo grande evento internazionale: Stanley Jordan si esibirà in Magic Touch, un concerto solo guitar e sarà la sua prima perfomance in un museo italiano.

L’apertura vera e propria del Festival MANN, Muse al Museo sarà il 19 aprile alle ore 10:00 con lo spettacolo di marionette Acqua matta, di e con Cinzia Corazzesi, con le musiche di Lorenzo Bachini, prodotto da “Nata Teatro”.

Molti incontri si svolgeranno in splendidi luoghi del Museo come la Sala della Meridiana e quella del Toro Farnese con allestimenti innovativi e trasformeranno per una settimana il MANN in una piccola città che coinvolgerà spettatori di tutte le fasce di età.

Alcuni eventi in programma sono inclusi nel ticket standard del Museo: 12 euro. Solo gli eventi serali prevedono un costo extra.

Scarica il Programma del festival 2017. Tra i tanti eventi che si svolgeranno vi presentiamo dei concerti serali che si terranno a partire dal 19 aprile:

Mercoledì 19 aprile 2017 – Ore 21:30 Salone della Meridiana – Ray Wilson trio live.
Torna in Italia la splendida voce di Ray Wilson, cantautore scozzese ex frontman del leggendario gruppo rock prog Genesis e leader degli  Stiltskin

Venerdì 21 aprile – ore 18:00 Sala Teatro – Carmen Souza Live.
La cantante portoghese di world music, una delle voci più interessanti della nuova generazione, che arriva al Festival per la prima tappa italiana del suo tour e presenta il nuovo disco Creology.

Venerdì 21 aprile – Ore 21:30 Salone della Meridiana – Tosca live.
Un racconto in musica con pezzi rari e contaminazioni con altre culture creato dal regista Massimo Venturiello.

Sabato 22 aprile – Ore 21:30 Salone della Meridiana – Danzando Spassiunatamente.
Un omaggio alla cultura e alla canzone classica napoletana, che vede l’avvicendarsi di brani famosi con brani meno conosciuti e qualche volta dimenticati ma non per questo minori.

Domenica 23 aprile – Ore 21:30 Salone della Meridiana – Sergio Cammariere
Un artista a tutto tondo, che spazia dalla musica classica al jazz, da ritmi sudamericani ad atmosfere progressive.

Martedì 25 aprile – Ore 18:00 Sala Toro Farnese – Orchestra Sanitaensemble.
Il progetto Sanitansamble accoglie giovani e giovanissimi del Rione Sanità di Napoli, un quartiere spesso associato a storie di degrado e marginalità, ma in realtà ricco di un patrimonio artistico di straordinaria importanza.

Martedì 25 aprile – Ore 21:30 Salone della Meridiana – De Andrè canta De André.
Cristiano De André interpreta sul palco in versione acustica un repertorio ricco di nuovi brani del padre che si affiancheranno a quelli contenuti nei progetti discografici di grande successo.

Festival MANN, Muse al Museo

Quando: 30 marzo e dal 19 al 25 aprile 2017.
Dove: Museo Archeologico di Napoli, Piazza Museo 19.
Prezzo: eventi inclusi nel biglietto d’ingresso 12 euro. Solo gli eventi serali prevedono un extra.
Info: Museo Archeologico Nazionale di Napoli