Sotto le acque della baia di Cartaromana, a Ischia Ponte, si nasconde una città sommersa che ricorda il fiorente passato dell’isola. Si chiama Aenaria, dal latino aenum, e risale all’epoca romana.

Aenaria, che oggi giace a 9 metri di profondità, è una piccola Atlantide custodita da oltre duemila tra gli scogli di sant’Anna, il Castello Aragonese e la Torre di Michelangelo sull’isola d’Ischia.



Il mare della Campania – dalle coste del Cilento fino ai Campi Flegrei passando per la Costiera Amalfitana, Sorrentina e il Golfo di Napoli – conserva un tesoro il più delle volte celate alla vista dell’uomo. Ville romane, ninfei, peschiere, ville marittime, statue, moli di approdo grandi e piccoli e tanto, tanto ancora da scoprire.

Aenaria, la città sommersa di Ischia

Aenaria resti della banchina portuale

Un luogo suggestivo e misterioso, completamente sommerso tra il 130 e il 150 d.C, che pezzo dopo pezzo viene svelato agli occhi degli appassionati di immersioni, snorkeling o semplicemente seduti in una barca a fondo trasparente.

L’antica cittadella romana di Aenaria venne scoperta casualmente nel 1972 da due sub – Piero Boffelli e Rosario D’Ambra – durante un’immersione al largo dell’isola d’Ischia.

I differenti scavi archeologici subacquei nella Baia di Cartaromana a Ischia ponte hanno individuato le prime tracce dell’insediamento romano di Aenaria; un’area densamente frequentata a partire dal terzo secolo avanti Cristo.

sito archeologico sommerso di Aenaria

Sotto la prateria di posidonia e sabbia, a una profondità compresa tra i cinque ed i sette metri, sono state scoperte banchine portuali, resti di edifici, gallerie, ninfei e vasche di raccolta dell’acqua; ma anche numerose statuine, lingotti di metallo, anfore e strumenti che rivelano che Aenaria era un florido porto commerciale romano attivo nel IV secolo a.C..

Poco lontano, invece, affiorano, tra gli scogli del fondale e l’edilizia moderna, i resti di mura di abitazioni e di una villa marittima, con tanto di ninfeo e giardino esterno.

Aenaria, le visite guidate

sito archeologico sommerso di Aenaria

Il sito archeologico sommerso di Aenaria è visitabile con tour guidati a cura della “Marina di S.Anna”. Da metà Aprile a fine Ottobre (condizioni meteo permettendo) sia tramite una barca con il fondo trasparente, sia in modalità snorkeling o diving.

Per la prenotazione si può telefonare i numeri 081-985510 e 984854. Il prezzo del biglietto è di 18,00 euro per persona.

La visita è preceduta dalla proiezione di un filmato che illustra la storia del sito e degli scavi, disponibile anche in lingua inglese e tedesca.