Torna a Cava de’ Tirreni, in provincia di Salerno, l’edizione 2019 della della Disfida dei Trombonieri dei Quattro Distretti – La Pergamena Bianca, una suggestiva sagra storico-folcloristica.



Dal 19 al 21 Luglio 2019, con due settimane di ritardo rispetto al solito, otto gruppi di Trombonieri di Cava de’ Tirreni e oltre 1500 figuranti si cimenteranno in una pacifica disfida per aggiudicarsi una copia della mitica Pergamena Bianca rievocando le imprese gloriose di un corpo militare, appunto i trombonieri, fondato nell’XI secolo a difesa della città.

Ecco il programma della Disfida dei Trombonieri 2019

Venerdì 19 Luglio 2019, alle ore 9.00, nell’Aula Consiliare di Palazzo di Città si terrà il Convegno di Studi dal titolo “Cava Aragonese: la costruzione di un’identità” con lo scopo di studiare gli accadimenti e i periodi storici che si rappresentano.

Sabato 20 Luglio 2019, si entra nel vivo della manifestazione, alle ore 19.00 si terrà il Corteo Storico con partenza da piazza Mario Amabile ed arrivo in piazza Vittorio Emanuele III (piazza Duomo).

Nella piazza principale di Cava de’ Tirreni si effettuerà il solito sorteggio dell’ordine di sparo dei vari gruppi di Trombonieri. Seguirà una breve rappresentazione scenica e la sfilata dei casali sul corso porticato.

Domenica 21 luglio 2019 – ci sarà la Disfida vera e propria. L’appuntamento è fissato alle ore 19.00 presso lo Stadio Simonetta Lamberti di Cava.

Cava de’ Tirreni - Disfida dei Trombonieri

La storia – Nel 1460 cinquecento soldati cavesi accorsero spontaneamente in aiuto del Re spagnolo Ferdinando I d’Aragona detto Ferrante che stava per essere sconfitto dal Re Giovanni d’ Angiò. I Cavesi attaccarono il nemico dalla montagna che dominava la località Foce. Il combattimento durò fino al giorno successivo e decretò la salvezza del regno aragonese, avendo il nemico abbandonato il campo di battaglia.

Gli Angioini attaccarono per vendetta la città de la Cava costringendo il re Ferrante ad inviare dei soccorsi. Il 4 settembre 1460,in segno di riconoscenza, il sovrano aragonese consegnò nelle mani dell’ allora Sindaco di Cava Onofrio Scannapieco, una pergamena in bianco, con i sigilli e la sua firma, affinché i Cavesi gli richiedessero tutto ciò che fosse loro gradito. Tale pergamena non fu mai compilata ed è tuttora conservata, intatta, a Palazzo di Città, rappresentando oggi l’ambito premio figurato della Disfida dei Trombonieri.