Pasta e Patate, uno dei piatti tipici della cucina napoletana, ha origini antiche risalenti al XVII secolo quando le patate e i pomodori erano ingredienti semplici, poco costosi e alla portata delle massaie. Questo piatto nasce infatti dall’unione di due carboidrati ed era ottimo sia per il potere saziante che ne conseguiva che per la bontà della pietanza.

La pasta e patate originale veniva preparata per recupare gli avanzi degli alimenti in casa dei giorni precedenti, come ad esempio la scorza di parmigiano o i pomodori.

A distanza di tanti secoli questo piatto, benché di origini umili, rappresenta uno dei simboli della cucina napoletana nel mondo ed è tutt’oggi protagonista di ricette rivisitate da Chef illustri. Gli ingredienti prediletti sono le patate, pomodoro, sedano, carote, provola, cipolla ed olio ma esistono numerose varianti riadattate dai cuochi moderni.

Questa delizia, che si prepara con pochi ingredienti semplici ed economici, va assolutamente gustata calda ed è ottima anche per essere riscaldata il giorno dopo. A Napoli ci sono diversi modi di prepararla: c’è la pasta e patate con provola, una bontà unica, c’è chi la preferisce con un pò di pomodorini, chi con la pancetta… Insomma esistono molte interpretazioni di questo piatto, che per rispettare l’antica tradizione deve essere “azzeccata azzeccata“.

La ricetta classica della pasta e patate

Ingredienti per 4 persone – 320 gr di pasta mista, 1 kg di patate, 70 gr pancetta tagliata a dadini, 4/5pomodorini, 1 crosta di parmigiano, 1 costa di sedano, 1 cipolla, 1 carota, olio extravergine di oliva, sale, pepe, basilico, provola (facoltativa)

Preparazione – In una casseruola fare soffriggere un trito di cipolla, carota, sedano e pancetta, lasciare imbiondire tutto in una casseruola con con l’olio extravergine di oliva. Aggiungere i pomodori tagliati a spicchi e fate asciugare lentamente. Intanto tagliare a cubetti le patate e aggiungerle al soffritto. Regolate di sale e pepe e fate rosolare per qualche minuto. Coprire con acqua e lasciare cuocere a fuoco lento per 20/25 minuti. Lessate molto al dente la pasta mista, scolatela e versatela nel tegame con le patate. Unite le croste di parmigiano e completare la cottura lasciando asciugare completamente la minestra che dovrà risultare piuttosto cremosa.

Lasciare riposare per qualche minuto e decorate con qualche foglia di basilico, prima di impiattare, potete aggiungere la provola affumicata fatta a cubetti. Buon appetito!

Ma dove mangiare pasta e patate a Napoli? Ecco alcuni indirizzi di trattorie e ristoranti dove poter gustare questo piatto di gran gusto:

  • Trattoria Da Nennella – Vico Lungo Teatro Nuovo 103 – una vera e propria istituzione nei Quartieri Spagnoli.
  • Leon D’oro – Piazza Dante 48 – Tappa fissa per moltissimi artisti che si esibiscono al Teatro Bellini.
  • Dalle sorelle vini e cucina – via Benedetto Cairoli n.1 – trattoria, nata nel lontano 1910, che bisogna assolutamente visitare.
  • Cantina del Gallo – Via Alessandro Telesino n.21 – un’osteria storica che si trova nel cuore del Rione Sanità dal 1898.

Buon Appetito!