Chi entra nel piccolo paradiso del parco del Fusaro (comune di Bacoli), uno dei siti di caccia prediletti da Ferdinando IV di Borbone, può perdersi in viottoli e sentieri, per poi trovarsi di fronte lo spettacolo mozzafiato del Lago Fusaro, sul cui specchio d’acqua emerge, quasi come un fiore lacustre, la Casina Vanvitelliana. La casa, costruita su un’isola naturale al centro del lago Fusaro, é un meraviglioso gioiello architettonico settecentesco progettato da Carlo Vanvitelli, figlio del famoso architetto della Reggia di Caserta, Luigi Vanvitelli.

L’edificio voluto dai Borbone si sviluppa su tre corpi ottagonali posti uno sopra l’altro, restringendosi in una sorta di pagoda. La luce entra da grandi finestroni, da dove ancora oggi si può godere di una vista spettacolare.

Un ponte di legno collega la dimora – adibita poi a residenza degli ospiti illustri – alla riva del lago, e a fare da banchina furono posti lungo tutto il perimetro della Casina degli enormi blocchi di pietra lavica del Vesuvio.

Nelle giornate di bel tempo è di ineguagliabile suggestione vedere l’immagine della Casina riflessa nelle calme e trasparenti acque del lago, come fosse uno specchio.

Casina Vanvitelliana del Fusaro

Il lago Fusaro vanta oltre alla Casina Vanvitelliana – che è senza dubbio tra le più raffinate opere artistico-architettoniche del Settecento – la presenza di un intero complesso naturalistico e architettonico: il giardino storico, gli stalloni e l’Ostrichina o Villa del Lago, tutto firmato Vanvitelli e Jacob Philipp Hackert, uno dei più illustri paesaggisti del ’700.



Simpatico è l’aneddoto diffuso tra gli abitanti di Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida secondo il quale la casa della Fata dai capelli turchini nel celebre sceneggiato Le avventure di Pinocchio (Luigi Comencini, 1972) fosse proprio l’edificio vanvitelliano, mentre in realtà il lungometraggio fu girato sul Lago di Martignano e Saline di Tarquinia (VT).
In altre occasioni, invece, la reale dimora sul lago Fusaro ha prestato la sua bellezza ai set cinematografici: Ferdinando e Carolina di Lina Wertmüller, Luca il contrabbandiere di Lucio Fulci e L’imbroglio nel lenzuolo (2009) con Maria Grazia Cucinotta.

Oggi l’intero complesso del Fusaro, appena restaurato, ben si presta a diversi tipi di eventi: mostre, esposizioni, convegni, cerimonie, fiere, concerti e spettacoli,che trovano una pregevole collocazione nello splendido scenario del Parco e del Lago.

Casina Vanvitelliana del Fusaro, informazioni

Indirizzo: Piazza Gioacchino Rossini, 2, 80070 Bacoli NA, Italia
Orari : Sabato 15:30 – 18:30. Domenica e giorni festivi 9:30 – 12:30 e 15:30 – 18:30.
Il parco è aperto: tutti i giorni dalle 08.00 alle 21.00
Costi: il parco è ad accesso libero, la visita del Casino è subordinata al pagamento di un biglietto di 3€.

Come Arrivare

Cumana: Linea Napoli-Torregaveta. Fermata Fusaro.
Autobus: Linee autobus SEPSA. Percorso Napoli-Torregaveta linea Fusaro. Fermata Fusaro.
Tangenziale di Napoli: Uscita n. 14 Pozzuoli – Arco Felice. Area esterna di parcheggio non custodito presente sulla destra a pochi metri dall’ingresso del Parco.