La Chiesa della Disciplina della Santa Croce e l’annesso giardino storico, nello storico quartiere di Forcella, è un autentico tesoro nel cuore della città di Napoli. Grazie ad un intenso intervento di restauro, che ha interessato diverse aree dell’edificio, il complesso monumentale ha ritrovato il suo antico splendore.

Storia e descrizione della Chiesa

L’edificio, adiacente al complesso di Sant’Agostino alla Zecca, viene costruito al partire dal 1321 e da quel momento diventa la sede dell’Augustissima Compagnia della Disciplina della Santa Croce. Un arciconfraternita laicale nata a Napoli nel 1290 per offrire assistenza agli indigenti, in linea con il motto del sedile di Forcella che recita “Ad bene agendum nati sumus”.

Curiosità. La chiesa viene chiusa al culto nel 1485 per ordine del re Ferrante d’Aragona, poiché molti nobili appartenenti all’ Augistissima Compagnia avevano tentato di detronizzarlo durante la famosa “Congiura dei Baroni”. E’ riaperta solo nel 1551.

Nel tempo la chiesa ha subito diverse modifiche e restauri. L’assetto tardo seicentesco che ancora oggi si può ammirare sono di Dionisio Lazzari e Arcangelo Guglielmelli.

Retablo quattrocentesco della Chiesa della Disciplina della Santa Croce a Forcella

Dietro la settecentesca facciata si apre una chiesa con navata unica senza cappelle laterali. Notevole è il pavimento maiolicato realizzato nella prima metà del XVIII secolo dal riggolaio Giuseppe Massa. Al centro vi è una lastra sepolcrale risalente al 1367 di Bartolomeo del Sasso che è raffigurato incappucciato (con il sacco penitenziale).

Il gioiello della chiesa è il prezioso retablo quattrocentesco attribuito a Pietro Befulco e raffigurante la deposizione di Cristo dalla croce. Pare che Re Ferrante abbia prestato il suo  volto al personaggio di Nicodemo, colui che regge il corpo del Cristo.

Di notevole pregio è il quattrocentesco chiostro della Chiesa. Una sorta di giardino segreto dove in origine vi era un agrumeto e affreschi del secolo XIII raffiguranti la storia di Gesù di cui ancora oggi si conserva una scena.

La Porta dei Sogni nella Chiesa della Disciplina della Santa Croce

Oggi l’antico edificio é al centro dell’importante progetto socio-culturale “La Porta dei Sogni” avviato da Altra Napoli in sinergia con l’Augustissima Compagnia della Disciplina della Santa Croce.

Un progetto che vede coinvolti la cooperativa Manallart, giovane realtà che si occupa della promozione turistica di Forcella. ASSO.GIO.CA, che cura il sostegno scolastico dei ragazzi. E l’Associazione Sanitansamble che cura la formazione musicale.

 quattrocentesco chiostro della Chiesa della Disciplina della Santa Croce

Al primo piano del complesso (a cui si accede anche da via Sersale 9) è nata la Casa della musica dedicata ai laboratori musicali della Piccola Orchestra di Forcella e al Coro delle voci bianche del quartiere.

Chiesa della Compagnia della Disciplina della Santa Croce – Vico Croce S. Agostino, 80139 Napoli.

La chiesa è aperta al culto. I giovani appassionati di Manallart organizzano esclusive visite guidata della chiesa il sabato alle 10:30, alle 12, alle 15 e alle 16:30. La domenica alle 10 e alle 11. Il costo del biglietto è di 5 euro per gli adulti, 4 euro dai 6 ai 12 anni ed è gratis per i più piccoli.