Napoli è la città delle cinquecento cupole, perché è all’incirca questo il numero delle chiese che si scoprono nei vicoli e nelle piazze cittadine e della sua provincia. Una di queste è il complesso conventuale della chiesa di Santa Maria del Pozzo di Somma Vesuviana, un capolavoro di architettura a cui è legata un antica leggenda, che afferma che all’interno di essa,si trovi un antica Carrozza d’Oro utilizzata dalla regina Giovanna II.



Il complesso francescano di Somma Vesuviana sorge su un’antica una chiesa inferiore, fatta costruire da Re Roberto d’Angiò nel 1333, sorta a sua volta sopra i resti di una villa di epoca romana risalente al periodo augusteo. Ci sono, quindi, tre livelli diversi corrispondenti ad epoche diverse.

La storia ci narra che a causa di una violenta alluvione avvenuta nel 1488 la chiesa (inferiore) rimase sepolta sotto fango e pietre. Fu la regina Giovanna III d’Aragona, nei primi anni del XVI secolo, a volere la costruzione di una nuova chiesa con annesso convento sopra quella più antica, che non fu però demolita, bensì impiegata come cripta.

Santa Maria del Pozzo, Cripta

La Chiesa inferiore è davvero un piccolo gioiello d’arte in cui convivono due epoche: quella romana-pagana e quella del periodo angioino. Al suo interno si può ammirare un ciclo di affreschi risalenti al IX secolo che ritraggono Cristo con una lunga teoria di Apostoli e un gran numero di frammenti raffiguranti episodi della Vita di Gesù. Ancora più interessante sono gli affreschi votivi del Trecento commissionati da re Roberto D’Angiò il quale aveva commissionato la restaurazione della chiesa per celebrare il matrimonio tra il principe Andrea e la nipote Giovanna.

Nell’antica cappella comunemente detta pozzo impera l’affresco di Santa Maria del Pozzo, appunto, oppure del Latte, perché intenta ad allattare Gesù.
Alla Chiesa di Santa Maria del Pozzo è legata un antica leggenda, che afferma che all’interno di essa, si trovi un antica Carrozza d’Oro utilizzata dalla regina Giovanna II.” />

La chiesa superiore nel tempo ha subito numerosi interventi di restauro e successivi ampliamenti con diverse aree di notevole interesse artistico tra cui un chiostro rinascimentale. La parte più antica è la grande abside, la facciata e la navata sono invece state rifatte nel XVIII secolo e ampiamente restaurate nel 1964. L’interno è a navata unica con quattro cappelle per lato. Nella prima a destra si trova la Madonna del Pozzo (XIII – XIV secolo), frammento di dipinto su tegola.

Alla chiesa è addossato il convento ed è fiancheggiato da un campanile in stile romanico, mentre le ampie cantine sono oggi occupate dal Museo della Civiltà Contadina che ospita una collezione di strumenti e oggetti relativi al lavoro nei campi, ai mestieri e alla vita domestica dal Medioevo ad oggi.

Santa Maria del Pozzo, abside della cripta

La leggenda della Carrozza D’Oro

La Chiesa di Santa Maria del Pozzo, cela molte leggende, una di queste afferma che la regina Giovanna II D’Angiò (governò Napoli dal 1414 al 1435), nel cuore della notte, usciva a bordo della sua Carrozza D’Oro percorrendo una serie di cunicoli segreti tra Napoli e Somma Vesuviana, con l’intento di incontrare di nascosto i suoi amanti nella cripta dei misteri. Il seguito di quegli incontri amorosi aveva sempre lo stesso epilogo, dopo aver consumato il suo appetito sessuale, la sovrana li faceva “scomparire” facendoli saltare da un forte di epoca romana a ridosso dell’odierno Castello D’Algnano.

Un’altra leggenda popolare tramanda che in alcuni di questi cunicoli sotterranei (mai rinvenuti del tutto) sia stata sepolta la mitica Carrozza d’Oro della regina Giovanna, lavorata tutta in oro puro dal valore inestimabile e in attesa che venga alla luce.

L’esistenza dei cunicoli segreti della regina Giovanna è un fatto reale e non leggendario; molti abitanti del posto affermano di aver percorso queste cavità nascoste. Questo lungo tunnel collegava la chiesa di Santa Maria del Pozzo con la zona detta la località detta Starza della Regina dove sorge un importante sito archeologico che ha restituito alla luce un ampio edificio romano datato alla prima età imperiale, probabilmente la celebre Villa di Augusto, grande Imperatore romano.

Complesso Monumentale Santa Maria del Pozzo

Indirizzo : Via Santa Maria del Pozzo, 114, 80049 Somma Vesuviana Napoli
Telefono : +39 081 531 7012