Nella zona di Vigliena, nel quartiere partenopeo di San Giovanni a Teduccio, si trova una fabbrica della creatività, si chiama Officine San Carlo. Il progetto è un interessante modello di recupero in chiave archeologico-industriale di vecchi manufatti in disuso.



La nuova struttura del Teatro di San Carlo, il teatro lirico più antico d’Italia, nasce infatti dalla riconversione dell’ex stabilimento Cirio progettato nel 1928 da Angelo e Alessandro Trevisan. Rappresenta un esempio di architettura neogotica applicata ad un edificio industriale.

L’edificio venne concepito con due grandi parallelepipedi affiancati sul lato lungo e di differente altezza. Tra i due fabbricati vi è una torre che porta i vani montacarichi e gruppi di scale.

La fabbrica creativa di Vigliena

Grazie a un ampio intervento di ristrutturazione e consolidamento avviato nel lontano 2008, l’ex opificio Cirio ha cambiato la propria destinazione. Tutto merito del Teatro San Carlo che qui ha creato laboratori e officine di ampie dimensioni per la costruzione, il montaggio e la conservazione degli allestimenti dei suoi spettacoli. Ampi spazi polifunzionali consentono, all’occorrenza, anche attività didattiche espositive aperte al pubblico.

Officine San Carlo a Vigliena

La nuova fabbrica creativa di Vigliena nasce con una vocazione sociale molto forte grazie ai suoi laboratori artistici: Scrittura creativa, Musica e spettacolo, Fotografia, Produzione audiovisiva, Teatro, Content Creator, Scenografia, Interpretazione Musicale Orchestrale e Canzone Classica Napoletana.

A Vigliena, inoltre, sono custoditi importanti fondi dell’Archivio storico del Teatro: immagini, fotografie, autografi, bozzetti, progetti, programmi di sala, documenti. Materiale che arricchisce MeMus il Museo/Archivio del Teatro allestito a Palazzo Reale.

San Giovanni a Teduccio Stabilimento di conserve alimentari Cirio a Vigliena

Un po di storia. L’Azienda Cirio, una delle più importanti industrie conserviere d’Europa, è stato il primo vero modello di “made in Italy” legato al cibo. Viene fondata a Torino nel 1856 dal piemontese Francesco Cirio che introdusse una particolare tecnica di conservazione in scatola (inventata da Nicolas Appert).

A Napoli non mancano gli esempi di recupero e riuso di ex aree industriali dismesse, una di queste è l’ ex area industriale di Bagnoli, trasformata in Museo e Centro Congressi Città della Scienza. Altro modello di successo, nell’ottica di riqualificazione e riconversione, è il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa.

Officine San Carlo, Stradone Vigliena, 23, 80146 Napoli