Gli scavi di Pompei continuano a regalate meraviglie. Sono state ufficialmente riaperte (Martedì 18 Febbraio 2020) la casa degli Amanti, la Casa del Frutteto, la Casa della Nave Europa.



Pompei, riaprono tre domus

La casa degli Amanti (da non confondersi con l’Insula dei Casti Amanti) riapre al pubblico per la prima volta dopo 40 anni. La Domus, riportata alla luce nel 1933, rimase gravemente danneggiata dal terremoto in Irpinia del 1980.

Deve il suo nome al verso inciso in un quadretto con anatre sul fondo del peristilio che tradotto recita “Gli amanti conducono, come le api, una vita dolce come il miele”.

E’ l’unica domus di Pompei in cui è rimasto quasi del tutto integro il secondo piano, addirittura ancora con i suoi pavimenti in cocciopesto.

Si accedeva al livello superiore tramite una scala di cui ancora si vedono le tracce sulla parete di fondo. Nell’atrio una piccola vetrina conserva alcuni oggetti trovati nella Casa, tra cui un braciere, un bacile, una lucerna in bronzo e alcune in osso.

Casa del Frutteto Pompei

Riapre anche la Casa del Frutteto una meraviglia che lascia senza fiato. La dimora, appartenuta probabilmente ad un ricco vinaio dell’antica Pompei conserva uno dei più begli esempi di pittura di giardino rinvenuti nell’antica città di Pompei.

La Casa della Nave Europa ha una evidente vocazione agricola come si può osservare dalla macina per le olive e la stalla per l’allevamento di animali. La Domus deve il suo nome al grande graffito inciso sulla parete nord del peristilio, dove è raffigurata una grande nave da carico, chiamata “Europa”, affiancata da altre imbarcazioni minori.

Casa della Nave Europa Pompei

Le Dichiarazioni del ministro Dario Franceschini

“Pompei è un luogo che si visita volentieri e che accoglie bene i turisti con giovani archeologi e studiosi che lavorano scavando dove non si era mai scavato. E’ veramente una bellissima storia che dimostra come sia l’Italia effettivamente e che se crediamo in noi stessi e facciamo squadra, con meno polemiche e abbiamo fiducia, possiamo cambiare le cose e farci guardare con ammirazione nel mondo”.

Parco Archeologico di Pompei

Accessi: Porta Marina – Piazza Anfiteatro – Piazza Esedra

Orari: Novembre a marzo: tutti i giorni dalle ore 8.30 alle 17.00 (ultimo ingresso ore 15.30);
Aprile a ottobre: tutti i giorni dalle ore 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 18.00).

Costo ingresso: € 16.00, Ridotto € 2,00 per i cittadini dell’Unione Europea di età compresa tra i 18 e i 25 anni.

Sito Web di Pompei: www.pompeiisites.org/