Oggi si prepara la Calamarata, un piatto tipico della cucina partenopea. La ricetta originale è a base di sugo di calamari, pomodorini freschi e profumata con vino, aglio e prezzemolo.

Questo primo piatto dal sapore di mare prende il nome dai due ingredienti che lo compongono: i calamari e la pasta che proprio per il suo particolare formato che ricorda gli anelli di calamaro si chiama “calamarata”.



A Napoli si gustano anche versioni di calamarata nel cui condimento sono previsti diversi tipi di frutti di mare. Io qui vi propongo però la versione più semplice.

Ricetta della Calamarata napoletana

La ricetta della calamarata

Ingredienti per 2 persone – 300 g di calamari di media dimensione, 150 g di pomodorini tipo Pachino, 4 rametti di prezzemolo, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 2 spicchi di aglio, 100 ml di vino bianco secco, Sale, Pepe nero macinato al momento, 160 g di pasta tipo calamarata.

Preparazione (45 minuti circa) – Per prima cosa bisogna pulire i calamari staccando la testa e i tentacoli e togliendo la cartillagine intera e le interiora, eliminate la pelle esterna e lavate bene tutto. Se non siete capaci di pulire i calamari o non avete tempo, lasciatelo fare al vostro pescivendolo di fiducia. Tagliate i calamari ad anelli grandi quanto la pasta e tritate al coltello la testa e i tentacoli.

Lavare i pomodorini e tagliarli in quattro parti. Lavare il prezzemolo, selezionarne le foglie e tritarle con la mezzaluna su un tagliere. Tenere da parte qualche foglia per decorare.

Ricetta della Calamarata napoletana

Intanto in una padella soffriggete uno spicchio di aglio spellato, su fiamma media, quindi unire i calamari e lasciare che prendano colore, sfumando con del vino bianco. Aggiungete poi i pomodorini tagliati a spicchi un pizzico di sale, una macinata di pepe e cuocere a fiamma dolce, coperto, per 10-15 minuti circa. Appena spento il fuoco unire il prezzemolo tritato, amalgamare, e coprire. Il tempo esatto di cottura dipende dalla grandezza del calamaro. Assaggiare trascorso il tempo indicato per regolarsi.

Lessare la pasta in abbondante acqua salata e, poco prima di scolarla, aggiungere un mestolino di acqua di cottura nella padella del condimento, quindi accendere il fuoco. Saltare la pasta scolata a fiamma vivace nella padella del condimento per qualche minuto, girando di frequente. Servire immediatamente decorando con rametti di prezzemolo e un filo d’olio a crudo.