Tra i monumenti archeologici poco noti del territorio partenopeo sicuramente c’è il complesso termale di Via Terracina, rinvenuto nel 1939 nel corso della realizzazione della Mostra d’Oltremare a Fuorigrotta.

Il complesso, che si estendeva al di sotto della moderna via Terracina, sorse verso la fine del I secolo a. C. sulla confluenza di tre vie che collegavano Neapolis ai Campi Ardenti e a Puteoli ed aveva la duplice funzione di bagni termali ed attività di tipo commerciale. Purtroppo parte dei resti dell’edificio sono stati distrutti durante la costruzione dell’attuale via Terracina.

Terme romane di via Terracina - Napoli

E’ possibile visitare il complesso termale di Via Terracina gratuitamente grazie all’impegno del GAN – Gruppo Archeologico Napoletano, un’associazione autonoma di volontariato senza scopo di lucro che cura il luogo.

Prossime visite guidate gratuite alle suggestive Terme Romane di via Terracina – Sabato 8 settembre 2018 alle ore 16:30 e alle 17:30. Domenica 9 settembre 2018 alle ore 10:00; 11:00; 12:00.

A differenza delle vicine terme di Agano il complesso di via Terracina non era riscaldato dal calore naturale del sottosuolo ma riscaldate artificialmente. Il percorso principale delle terme prevedeva quattro sale riscaldate con varie temperature: il calidarium absidato, il labrum, la vasca per il bagno caldo e il frigidarium con due vasche per i bagni freddi.

Le acque, fredde e calde, arrivavano grazie a una serie di intercapedini situati al di sotto dei pavimenti e lungo le pareti. Le terme mostrano ancora oggi pavimentazioni a mosaico con disegni di poseidone, anfitrite, delfini e animali mitologici cavalcati da divinità antropomorfe. I frequentatori, grazie alle aperture fra le sale, potevano scegliere il percorso che più preferivano.



Alle spalle del complesso vi sono tracce di un’antica strada romana che univa Pozzuoli a Napoli. Il tratto di strada in basolato ancora visibile, si trova oggi all’interno dell’area della Mostra d’Oltremare.

Ai lati della strada sono state trovate tombe di epoca imperiale e un tempietto votivo oggi interamente ricostruito. Non molto lontano è stato individuato anche un gruppo di costruzioni, che costituiva un centro abitato; i resti dell’ acquedotto del Serino che da lì proseguiva fino alla Piscina Mirabile.

Terme romane di Via Terracina

Indirizzo: Via Terracina, angolo con viale Marconi
Orari di apertura: Visitabile solo in caso di aperture straordinarie – Prenotazione obbligatoria
Prezzo biglietti: Ingresso gratuito
Contatti: Tel: 081.4422220 (Ufficio Archeologi della Soprintendenza); 081.0815529002 / 3384031994 (Gruppo Archeologico Napoletano) E-mail: sba-na@beniculturali.it

Come arrivare: Linea metropolitana 2, stazione Campo Flegrei, poi autobus 503 da Piazzale Tecchio fino a Via Terracina