L’ex base Nato Bagnoli, chiusa nel 2013, da vasta area militare è stata recentemente aperta a tutti come polo culturale e ricreativo per la città di Napoli.



La storia – Qui passato, presente e futuro si intrecciano in un unico luogo. L’area occupata fino a 6 anni fa della Comando Sud Europa della Nato, è un complesso stretto tra il mare e il quartiere di Fuorigrotta che nel corso della sua storia ha avuto usi molto diversi. Costruita nell’area di San Laise, la cittadella ha visto il giorno tra il 1938 e il 1940 nell’ambito della ri-progettazione del quartiere Fuorigrotta e della costruzione della più nota Mostra delle Terre italiane d’Oltremare.

Ex Base Nato di Bagnoli storia

Il complesso, progettato da Francesco Silvestri e finanziato dal Banco di Napoli in occasione del quarto centenario della sua fondazione, era destinato ad accogliere l’Istituto per i figli del Popolo, Collegio Costanzo Ciano (1876-1939) con lo scopo di assistere ragazzi in condizioni disagiate ed educarli al lavoro e alle armi, sottraendoli alla strada. Il complesso fu inaugurato il 9 maggio 1940.

Occupato dal 1941 in poi da varie autorità militari, Esercito Italiano, Wehrmacht, British Army, nel dopoguerra venne per molti anni sfruttato come campo profughi fino a essere trasformato, nel 1952, in Quartier Generale delle Allied Forces Southern Europe, la base strategica della NATO (North Atlantic Treaty Organization) più grande d’Italia.

Ex Base Nato di Bagnoli NaNa Club
Ex Base Nato di Bagnoli – NaNa Club

Dopo l’addio delle truppe militari americane nel 2013 e grazie all’iniziativa di alcuni imprenditori napoletani, l’ex presidio militare di Bagnoli, dove per più di 40 anni si sono progettate guerre, apre alla città come hub culturale e ricreativo aperto alla città con l’allestimento di diverse aree dedicate al cinema, al teatro e alla musica.

La base, con uno splendido panorama sull’isolotto di Nisida e sulla collina di Posillipo, ad oggi è amministrata dalla Fondazione Banco di Napoli, proprietaria dei suoli, mentre il principale azionista è la Regione Campania.

Ex Base Nato di Bagnoli – Via della Liberazione 115, 80125 Napoli