Ad Amalfi si inizia a respirare aria di festa per la ricorrenza del 30 novembre data in cui si onora Sant’Andrea Apostolo, patrono della città marinara.

Una festa patronale molto sentita da tutti gli abitanti della Costiera che per l’occasione raggiungono piazza Duomo. La Statua in argento del primo Apostolo di Gesù valica le porte bronzee della Cattedrale accompagnata da una marea di applausi.



A dire il vero Sant’Andrea Apostolo, protettore dei pescatori, viene celebrato due volte l’anno: il 27 giugno ed il 30 novembre.

Se il 30 novembre si celebra la morte avvenuta nel 60 d.C., il 27 giugno si festeggia l’anniversario del miracolo a lui attribuito del 1544, quando salvò la città dall’invasione dei pirati, scatenando una violenta tempesta nel porto.

Statua di Sant Andrea Amalfi

E’ in questa occasione che avviene il “miracolo di Sant’Andrea”, (leggi in nostro post Miti e leggende della Costiera Amalfitana) per tanti versi molto simile al miracolo della liquefazione del sangue di San Gennaro. Dalla tomba in cui è conservato il corpo del santo, nella cripta del Duomo, viene fuori una sostanza oleosa, miracolosa, detta manna. Se l’evento non si verifica, gli amalfitani (come i napoletani) pensano che il santo sia in collera e che qualcosa di grave sta per accadere.

Programma del evento

  • La Solennità di S. Andrea Apostolo viene celebrata a partire dalle 5 con l’annuncio dei festeggiamenti con un giro per le strade cittadine al suono delle zampogne.
  • 5.30 in cripta l’Ufficio delle Letture, Lodi mattutine e S. Messa. Alle 7 e alle 8.30 la celebrazione delle Ss. Messe.
  • 8.30 il Giro del concerto bandistico “Città di Minori” per le vie della città.
  • 10.00 Messa animata dalla Schola Cantorum “Cantate Domino Aloysiana”, a seguire la Processione della statua di Sant’Andrea che si snoderà per le vie della città.
  • 17.30 il giro del concerto bandistico “Città di Minori” per le vie della città e alle 18.30 i Primi Vespri della I Domenica di Avvento.
  • 20.00 lo spettacolo pirotecnico

Chi era Sant’Andrea

Andrea, fratello maggiore di San Pietro, fu uno dei dodici apostoli di Gesù Cristo. Prima di incontrare Gesù, Andrea era un discepolo di Giovanni battista. Prima di diventare Apostolo, Martire e Santo, era un pescatore di Cafarnao.

Morì a Patrasso legato a una croce disposta a “X” il 30 novembre intorno all’anno 60. Il suo corpo imbalsamato venne trasferito nel 357 a Costantinopoli e quindi nel 1208 ad Amalfi. Si racconta fossero state acquistate durante la quarta Crociata, e fossero arrivate attraverso avventurose vicende