In occasione del Giorno della Memoria 2020, Napoli rinnova ancora una volta il suo impegno contro il razzismo e le discriminazioni di ogni tipo tra gli esseri umani con diverse iniziative. #‎giornatadellamemoria

Il 2020 è il 75° anniversario dalla fine della Seconda guerra mondiale e dell’Olocausto ma – ribadiscono le Nazioni Unite – l’antisemitismo continua ad esistere.



Il 27 gennaio è il Giorno della Memoria, la ricorrenza internazionale che commemora le vittime dell’Olocausto. La data, scelta dall’Assemblea generale delle Nazioni unite, ricorda l’esatto anniversario della liberazione del campo di Auschwitz da parte dell’esercito russo, il 27 gennaio 1945.

Leggi anche Le Pietre d’inciampo a Napoli: la città ricorda le vittime della Shoah

Giorno della Memoria 2020, alcuni eventi a Napoli

Per l’occasione  il Comune di Napoli ha organizzato una serie di eventi. Consulta il Programma completo del Giorno della Memoria 2019 Napoli.

27 Gennaio Giorno della Memoria

Lunedì 27 gennaio ore 9.30 al Teatro Totò, via Frediano Cavara 12, Napoli. Si presenta il progetto #CriticaMente contro la propaganda xenofoba, antisemita e razzista con la proiezione del film “#AnneFrank. Vite parallele”

Alle ore 17.30, Giorno della Memoria: a Palazzo Donn’Anna. Per la IV edizione de “I Musei della memoria”, la Fondazione De Felice presenta a Palazzo Donn’Anna ( Largo Donn’Anna in via Posillipo), l’incontro “21, Il binario nero dell’indifferenza. il Memoriale della Shoah di Milano dall’invisibile al visibile”. Apre l’incontro il Coro giovanile Le Voci del 48 diretto dal Maestro Salvatore Murru a cura del Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini. Incontro a ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Alle ore 19.00 partirà da Piazzale dei Platani, a Cercola, una fiaccolata. Percorrerà Via dei Platani, tutto Corso Domenico Riccardi e si concluderà in Piazza della Libertà (la piazza del Municipio). L’evento è organizzato dal sindaco di Cercola, l’avvocato Vincenzo Fiengo e dall’assessore alla cultura Antonella Ferraro.

Giovedì 30 gennaiola Comunità ebraica di Napoli ricorderà le vittime dell’odio e della violenza razziale, deportate nel campo di sterminio di Auschwitz il 30 gennaio 1944. Le cerimonie programmate sono due in piazza Bovio (ore 10.45) e in via Luciana Pacifici (11.45).

Giornata della Memoria, eventi collaterali

Giorno della Memoria

Sabato 25 gennaio (ore 19 e 20.15),l’Associazione Culturale NarteA  propone presso la Galleria Borbonica  la visita guidata teatralizzata “E il sole si spense. Shoah: la voce della Memoria“, scritta e diretta da Febo Quercia.
Sarà presentata la storia di Milo Koen, violinista ebreo che guiderà attraverso le note del suo violino i visitatori lungo i viali dei suoi ricordi. Per partecipare all’evento è necessaria la prenotazione, telefonare a 339 7020849 o 333 3152415,Costo del biglietto 15 euro. NarteA – Evento Facebook.

Sabato 25 gennaio (ore 16), l’Associazione Oltre i Resti propone “IL Giorno della Memoria: Napoli II Guerra Mondiale“. Un viaggio nella storia e nei ricordi lungo i vicoli di Napoli, da Piazza Matteotti al Pallonetto a s.Chiara passando per Mezzocannone, Forcella e piazza Sedil Capuano. Per partecipare all’evento è necessaria la prenotazione. Per info e prenotazioni telefonare al 349 13 86 203 – oltreiresti@oltreiresti.it. Oltre i Resti – Evento Facebook.

Le tracce della presenza degli ebrei in città

La Comunità Ebraica di Napoli è situata nel cuore della città, ad un passo da Piazza dei Martiri. La Sinagoga di Napoli è testimonianza della rinascita ottocentesca della vita ebraica a Napoli. La presenza ebraica a Napoli è ben più antica e risale al I secolo d.c., come dimostrano le numerose tracce presenti nel tessuto urbano della città e nella toponomastica.

Le vicissitudini storiche della città e i numerosi passaggi di potere determinarono per gli ebrei l’alternanza di periodi fortemente negativi e favorevoli.