Il fascino indiscusso di Napoli risiede anche nei tanti racconti leggendari che l’avvolgono. Una di queste, raccontata da Matilde Serao nel suo libro ” Leggende napoletane”, narra di come siano nate alcune delle colline di Napoli.



La leggenda dei colli di Napoli Napoli

La leggenda dei colli di Napoli o storiella dei quattro fratelli è incentrata su quattro fratelli Poggioreale, Vomero, San Martino e Capodimonte. L’amore per una donna li aveva divisi, il fato li volle vicini ed inseparabili.

La storia narra che nella notte dei temi quattro fratelli vivessero la loro vita l’uno al fianco dell’altro, legati da un autentico ed indissolubile amore fraterno. Il caso beffardo volle che tutti e quattro si fossero innamorati della stessa fanciulla la quale, come se non bastasse, non corrispondeva al sentimento di nessuno di loro.

L’armonia che li aveva accompagnati s’incrinò ed avrebbe lasciato posto ad una guerra fratricida se la ragazza, causa di discordia, non avesse deciso di fuggire per sempre. I giovani, sicuramente disperati per tale scomparsa decisero comunque di aspettare il ritorno della fanciulla, ignari del fatto che la loro attesa sarebbe stata eterna. L’aspettarono per millenni e si tramutarono in quattro colli fioriti.

Certosa di San Martino Napoli

Poggioreale, un luogo oggi fortemente urbanizzato, in origine era una zona piena di boschi, in cui abbondavano gli animali selvatici e ci si dedicava alla caccia. E’ oggi conosciuto principalmente per la secolare presenza dell’omonimo storico carcere e del più grande dei cimiteri cittadini.

La Collina del Vomero e San Martino sovrastano la città Napoli. Occupano infatti, una posizione sopraelevata rispetto al centro cittadino. Il punto più alto del quartiere e della città è rappresentato dal Castel Sant’Elmo e dalla Certosa di San Martino collocata a 215 mt s.l.m.

Capodimonte è i luogo scelto dal re Carlo di Borbone per la costruzione di una Reggia (oggi museo) con una bellissima vista sul golfo e la città. Il grande parco che circonda l’edificio è da sempre uno dei luoghi preferiti dai napoletani, oltre che dai turisti, per passeggiare all’aria aperta sia nei mesi estivi che in inverno.

Vi è poi un’altra leggenda che ci racconta dell’amore sfortunato di Nisida e Posillipo, una storia che puoi scoprire su Nisida, la più piccola delle isole del golfo di Napoli.