Per Ferragosto torna la notte della Tammorra alla Rotonda Diaz di Napoli uno degli appuntamenti più attesi per gli estimatori della musica folk.

Aggiornamento – Festa Rimandata a Settembre in segno di profondo cordoglio e vicinanza alla città di Genova è stato deciso di rinviare la festa in programma sul lungomare nella sera di ferragosto. L’evento si terrà nell’ambito delle manifestazioni per la Piedigrotta 2018.



L’evento, che avrà luogo il 15 agosto 2018 dalle ore 20 sino all’alba, in uno degli scenari più suggestivi della città partenopea, il lungomare di Napoli, renderà ancora più speciale l’estate partenopea con danze e musica degli artisti tradizionali che si esibiranno sul palco allestito alla Rotonda Diaz.

Ricco il programma di quest’anno

  • Apertura con i canti a distesa della Paranza dei Monti Lattari di Raffaele Inserra
    con la partecipazione di Tonino ‘o Stocco
  • Tammurriate e Balli tradizionali dell’Agro-Nocerino-Sarnese a cura della Paranza do’ Lione.
  • Carlo Faiello Ensemble (Saverio Coletta, Fulvio Gombos, Francesco Manna, Gianluca Mercurio, Pasquale Nocerino, Francesco Sicignano)
    con la partecipazione di Fiorenza Calogero, Patrizia Spinosi e Mimmo Maglionico.
  • Ambrogio Sparagna con Erasmo Treglia e Valentina Ferraiuolo
  • Lina Sastri con Maurizio Pica e Salvatore Minale
  • Chiusura con Marcello Colasurdo Paranza

La tammurriata, il ballo ‘ngopp ‘o tamburo, è una danza popolare campana, soprattutto dell’area compresa fra Napoli e la Costiera Amalfitana, è un genere musicale che affonda le radici nella notte dei tempi, ed è legato a culti pagani e riti di fertilità che si fanno risalire agli antichi greci ed ai sanniti.

Una danza che per tradizione si esegue nel periodo che va dall’inizio della primavera (momento della fioritura) fino alla seconda metà di agosto (fine del raccolto e della potatura).

La tammurriata si balla in coppia, all’interno di un cerchio magico tracciato dalle varie coppie di danzatori con i loro movimenti ed è scandito dalla tammorra, un particolare tamburo a cornice con sonagli di latta. Al tamburo si aggiungono anche le castagnette (simili alle nacchere), il putipù, il triccheballacche, lo scetavaiasse, il flauto dolce e il doppio flauto a becco.

Una tammurriata particolarmente famosa nella tradizione campana è la tammurriata nera, che racconta la storia di una donna e del suo amore per il proprio figlio avuto da un soldato americano di colore.

Secondo la tradizione la Tammurriata è legata al culto dei sette santuari Campani legati alla Vergine: la Madonna dell’Arco di Sant’Anastasia, la Madonna a Castello di Somma Vesuviana, la Madonna delle Galline di Pagani, la Madonna dei Bagni di Scafati, la Madonna dell’Avvocata di Maiori, la Madonna di Montevergine della provincia di Avellino e la Madonna di Briano della provincia di Caserta.

Notte della Tammorra 2018

Quando: 15 agosto 2018
Orario: 20.00
Dove: Rotonda Diaz, Lungomare di Napoli
Prezzo: Ingresso gratuito

AGGIORNAMENTO – Gli organizzatori della Notte della Tammorra hanno deciso di rinviare la festa in programma sul lungomare nella sera di ferragosto, in segno di profondo cordoglio e vicinanza alla città di Genova. L’evento si terrà nell’ambito delle manifestazioni per la Piedigrotta 2018.