Il Lungomare di Napoli fa parte delle attività più rilassanti e suggestive da fare se si visita il capoluogo della Campania. Una Promenade che parte da Santa Lucia arriva a Mergellina, fiancheggiando la villa Comunale e la Riviera di Chiaia, antica spiaggia della città.

Qui si ammira una delle vedute più belle del mondo. In un colpo d’occhio si ammirano la maggior parte delle bellezze che caratterizzano la città di Napoli: il Vesuvio, l’isola di Capri, Castel dell’Ovo ed il promontorio di Posillipo.



Il Lungomare di Napoli comprende quattro strade

Il lungomare è virtualmente compreso tra la fontana del Sebeto a Mergellina e la Fontana del Gigante in Via Partenope nei pressi del Castel dell’Ovo.

Via Nazario Sauro – parte dall’inserzione con Via Acton e costeggia il molo di Santa Lucia fino a Castel dell’Ovo. Questo tratto di Lungomare attraversa i più famosi hotel della città, ma anche celebri ristoranti;

Via Partenope – dove si trovano i più celebri ristoranti “fronte mare”e le rinomate pizzerie. Il nome della via è legato alla leggenda della Sirena Partenope e al origine della città di Napoli;

Lungomare di Napoli dal Castel dell'Ovo

Via Caracciolo – la parte più lunga ed è dedicata alla memoria dell’ammiraglio napoletano Francesco Caracciolo. A metà percorso c’è la Rotonda Diaz con, protetto da un’alta scogliera, è diventato il lido balneare libero di Napoli;

Via Mergellina – è la strada che da Caracciolo si estende fino a Piedigrotta, ai piedi della collina di Posillipo. È qui che si trova il Porto di Mergellina, dove parte il Bateau Mouche partenopeo. E’ sempre qui che si trovano i famosi chalet di Napoli.

La storia del Lungomare

Fino alla fine del ‘800 il Lungomare non esisteva ed il mare bagnava la città fino alla Riviera di Chiaia. La lunga strada panoramica oggi è separata dal mare solo da alcune scogliere artificiali, che hanno preso il posto delle antiche spiagge di cui restano solo alcuni frammenti in prossimità delle rotonde.

Il lavori vennero eseguiti dagli appaltatori Giletta ed il barone belga Ermanno Du Mesnil. Il tratto da Santa Lucia a Piazza Vittoria viene costruito dal 1869 al 1872. ll secondo, da Piazza Vittoria a Mergellina, è realizzato invece dal 1872 al 1879.

L’ultimo intervento avviene negli anni trenta del XX secolo. La realizzazione della colmata permise il prolungamento di via Francesco Caracciolo. Nasce cosi il nuovo lungomare di Mergellina.

Lungomare di Napoli di Notte

Una tappa d’obbligo in una passeggiata sul Lungomare è al Borgo Marinari, un pittoresco porticciolo animato da baretti e ristoranti specializzati in pesce fresco, dove sembra che il tempo si sia fermato. ll Borgo nasce sull’Isolotto di Megaride dove, secondo il mito greco, fu sepolto il corpo della sirena Partenope, che si lasciò morire in queste acque dopo il rifiuto di Ulisse al suo amore. Qui sorge anche il celebre Castel dell’Ovo, il più antico castello di Napoli e vero simbolo della città.