A Napoli, tra la baia di Trentaremi, le isole della Gaiola fino a Marechiaro, sorge un’oasi nascosta a molti, ma che lascia senza fiato i suoi visitatori da circa duemila anni: è il parco archeologico di Pausilypon che, insieme alla Grotta di Seiano, è uno dei luoghi più suggestivi della costa napoletana.



L’accesso all’area archeologica si effettua tramite la Grotta di Seiano, una galleria artificiale realizzata in epoca romana, riportata alla luce e resa percorribile per volontà di Ferdinando II di Borbone (1840). Il traforo, della lunghezza di circa 780 m, attraversa la collina di Posillipo, collegando l’area di Bagnoli e dei Campi Flegrei con il Vallone della Gaiola.

Grotta di Seiano - Parco archeologico di Pausylipon

Nella seconda metà della grotta si apre un cunicolo che esce sopra la cala di Trentaremi; più avanti, altri due cunicoli conducono ad altri punti panoramici a strapiombo sul mare, da cui di potranno ammirare gli Isolotti della Gaiola e lo Scoglio di Virgilio. Secondo la leggenda, in uno di questi cunicoli restò incastrato, durante una visita, Sir Arthur Conan Doyle, lo scrittore / creatore del celeberrimo investigatore Sherlock Holmes.

Grotta di Seiano e Villa Imperiale di Pausilypon

Usciti dalla Grotta di Seiano si resta abbagliati dallo splendore della Villa di Pausilypon, sontuosa residenza del ricco cavaliere Publio Vedio Pollione, importante personaggio politico all’epoca di Augusto. Di questa immensa residenza a noi ne è giunta soltanto una parte.

Il sito archeologico del Pausilypon è una dei più validi esempi di architettura progettata in armonia con la natura, oltre alla parte abitativa e a una piccola necropoli, c’è un Teatro costruito secondo lo schema tipico dei teatri greci ed un Odeon destinato a spettacoli privati. Altri resti finora riemersi dagli scavi sono quelli del Tempio e del Ninfeo. I resti della casa del proprietario, invece, sono ora sotto il livello del mare e le escursioni nel Parco Sommerso della Gaiola consentono di ammirarli da vicino.

Visitare il Parco archeologico di Pausilypon

Ingresso con visita guidata a cura del CSI Gaiola onlus, previa prenotazione da effettuarsi allo 081.2403235 – 328.5947790.

Ingresso senza visita guidata a cura dei Servizi Comunali, previa prenotazione da effettuarsi allo 081.2301030.

Percorso integrato con visita guidata con itinerario integrato al Parco Archeologico del Pausilypon e Parco Sommerso di Gaiola.

Come si arriva:

Per chi viaggia in auto:

  • a) uscita tangenziale Vomero – Via Cilea – Via Manzoni – Discesa Coroglio,
  • b) uscita tangenziale Fuorigrotta – Via Diocleziano – Piazza Bagnoli – Discesa Coroglio.

Trasporto pubblico:

  • C1 (Piazzale Tecchio – Via Boccaccio),
  • R7 (Bagnoli Dazio – Piazza Vittoria).