La rocca del Rione Terra di Pozzuoli è il cuore antico dei Campi Flegrei con una storia millenaria che ha inizio ai tempi dell’epoca romana. Visitarlo significa fare un salto nel tempo a pochi passi da Napoli.



Il Rione Terra è un vero e proprio borgo che occupa un promontorio di tufo a circa 33 metri sul livello del mare. Da questa altezza domina su tutta Pozzuoli e si affaccia imponente sul Golfo tra Napoli e Baia.

Abitato fin dal II secolo a.C., il Rione Terra fu il primo nucleo abitativo di Pozzuoli, nonché principale porto di Roma. La rocca è stata occupato senza interruzione dal 194 a.C. al 1970, anno in cui il Rione fu evacuato a causa delle vicende del Bradisismo. Grazie ad un lungo restauro, insieme al percorso archeologico sottostante, il sito è di nuovo aperto e visitabile dal 2014 .

Rione terra, Pozzuoli

La visita

Quello del Rione Terra non è un semplice percorso archeologico ma un vero e proprio viaggio nella remota colonia romana di Puteoli. Qui gli strati abitativi si sono sovrapposti nei secoli gli uni agli altri, formando un vero e proprio libro di storia.

Il percorso, situata sotto la rocca che domina il golfo di Pozzuoli, si sviluppa lungo gli assi principali della colonia fondata nel 194 a.C., per concludersi al magnifico Tempio di Augusto.

L’itinerario inizia da un androne di largo Sedile di Porta e, dopo una deviazione per la visita ai locali sotterranei (horrea) di palazzo Migliaresi, si sviluppa lungo un ampio decumano, ritenuto il maximus, fiancheggiato da tabernae, che si interseca con uno stretto cardine. All’incrocio si apre l’ingresso alle terme pubbliche che, mediante una ripida scala, conduceva al piano superiore.

Rione Terra, Pozzuoli

Nel tratto iniziale del decumano è evidente l’opera di pedonalizzazione – attuata nel periodo neroniano, con la creazione di un porticato sul lato sinistro che restringe vistosamente la sede stradale. Numerose sono le cisterne a vari livelli e di diverse epoche, per la raccolta dell’acqua piovana, indispensabile per la vita della cittadella, molte delle quali, assieme ad alcuni criptoportici, furono destinate a fosse comuni.

I lunghi lavori di restauro del Rione Terra hanno interessato anche la Cattedrale di san Procolo Martire, patrono di Pozzuoli. L’edificio religioso, in cui si mescolano insieme capitelli e colonne romane al barocco seicentesco, ingloba un tempio del II secolo d. C. dedicato a Ottaviano Augusto.

Rione Terra Cattedrale

La maggior parte del materiale riportato alla luce durante gli scavi e’ esposto al Museo Archeologico dei Campi Flegrei al Castello di Baia.

Rione Terra – Pozzuoli

Indirizzo: Largo sedile di porto, Rione Terra – Pozzuoli
Apertura: Sabato, domenica e festivi con ingresso ogni ora dalle 9 alle 12 e dalle 13:30 alle 16:30

Prenotare telefonando dal lunedì alla domenica, negli stessi orari, ai numeri 081 19936286 – 19936287 oppure andare il sabato, la domenica e i festivi all’Infopoint al Rione Terra dalle 9 alle 17.

Come arrivare:  Linea 2 della metropolitana (fermata Pozzuoli, da lì circa 20 minuti a piedi) oppure con la Cumana (10 minuti dal porto).