L’anfiteatro Flavio di Pozzuoli è uno dei maggiori anfiteatri di epoca romana in Italia, battuto solo dagli esemplari di Roma e di Capua. Un autentico gioiello, che i bravi architetti di Vespasiano, gli stessi del Colosseo di Roma, costruiscono in opus reticulatum e in laterizio.

La sua edificazione in sostituzione dell’antico edificio di età romana repubblicana, non fu troppo celere, e vide il passaggio di Nerone, Vespasiano e Tito, finchè, nel 79 d.C. potè definirsi certamente completo anche nei paramenti esterni. Il Colosseo Puteolano venne costruito là dove confluivano le principali vie della regione, la Via Domitiana e la via per Napoli.

Anfiteatro Flavio Pozzuoli

Il colosso Flavio poteva ospitare fino a 40mila spettatori che qui si recavano per assistere ai ludii gladiatores e fu progettato con ben tre ordini sovrapposti (ima, media e summa cavea), quattro ingressi maggiori e dodici secondari, garantendo, quindi, una accessibilità comoda ed efficiente. Come il colosseo era provvisto di un sistema di schermatura per la luce e la calura estiva con pali e vele, abilmente mosso dai marinai di Miseno.

Suggestiva è la visita dei sotterranei dove è possibile scorgere parti degli ingranaggi per sollevare le gabbie che portavano sull’arena belve feroci e probabilmente altri elementi di scenografia degli spettacoli.

Anfiteatro Flavio Sotterranei

L’anfiteatro romano di Pozzuoli è legato fortemente anche alla grande devozione che il popolo partenopeo rivolge a San Gennaro. Nell’arena, infatti, si svolsero i primi martirii cristiani, secondo la tradizione, nel 305 d.C. San Gennaro, San Procolo (patrono di Pozzuoli) e i loro compagni furono dati in pasto agli orsi nell’arena, ma essendone usciti miracolosamente illesi, il giudice ordinò che venissero decapitati nei pressi della Solfatara, dove ora è situato il Santuario di San Gennaro.

Anfiteatro Flavio

Indirizzo: Corso Nicola Terracciano, 75 – 80078 Pozzuoli
Apertura: Tutti i giorni dalle 9:00 fino ad un’ora prima del tramonto.
Chiusura settimanale: martedì. Chiusura festiva: 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre
Come arrivare: Metropolitana L2: Pozzuoli – Solfatara – Cumana: fermata Pozzuoli Porto – Autobus 152: fermata via Solfatara