L’antico Teatro Romano di Napolis, noto anche come Teatro dell’Anticaglia, è uno dei luoghi più affascinanti del Centro Storico partenopeo. E’ conosciuto anche come Teatro di Nerone, perché la tradizione vuole che abbia visto esibirsi addirittura l’imperatore Nerone.



L’antico teatro di epoca romana, I secolo a.C., è nascosto tra i palazzi nel cuore del centro storico di Napoli. Siamo alle spalle del Decumano Maggiore (Via Tribunali) e della attuale Basilica di San Paolo Maggiore. Nella zona compresa tra via Anticaglia, Via San Paolo, vico Giganti e il Vico Cinquesanti.

La costruzione è sorta al posto di un preesistente edificio greco del IV secolo a.C., anch’esso probabilmente destinato alla rappresentazione teatrale. Le dimensioni della struttura erano davvero ragguardevoli, si pensa infatti che potesse accogliere fino a cinquemila spettatori.

Teatro Romano di Neapolis, Napoli Sotterranea

Purtroppo con la caduta del Impero Romano il prestigioso edificio fu abbandonato. I suoi ambienti furono utilizzati, nei secoli successivi, come piccola necropoli, come discarica, come cantine, botteghe e depositi.

Il resti del Teatro Romano di Naeapolis

Oggi gli antichissimi resti del teatro convivono con le colate di cemento e spiccano in mezzo alle abitazioni e ai vicoli tortuosi che, quasi a ricordare la sua presenza, seguono i contorni delle sue mura originarie. In altri casi le costruzioni moderne hanno inglobato parti del teatro ancora oggi visibili in alcune costruzioni di Vico Cinquesanti o via dell’Anticaglia.

La riscoperta del teatro in età moderna è avvenuta nel 1859, mentre un primo piano di recupero globale risale solo al 1939.

Malgrado gli innumerevoli sforzi della Soprintendenza Archeologica di Napoli e Pompei, i lavori di scavo e di messa in sicurezza non sono ancora terminati.

Teatro Romano Corridoio sotterraneo

Cosa vedere

Gli interventi di “archeologia urbana” fino ad ora eseguiti consentono di ammirare due corridoi anulari (ambulacri), sui quali si aprivano i vani di servizio (cunei). Le scale di accesso alla parte alta degli spalti (media e summa cavea), gli ambienti comunicanti con i sedili inferiori riservati a personaggi illustri (vomitoria), ed una porzione estesa della cavea scoperta con le gradinate ancora bianche del teatro.

Lo scavo archeologico principale si trova all’interno di quello che era il giardino di un palazzo dell’attuale via Pisanelli che, nella forma segue l’antico disegno del teatro. L’accesso avviene da via Anticaglia entrando in un’antica bottega sita nel cortile di un palazzo di origini quattrocentesche.

Una grande parte del antico teatro romano resta ancora oggi nascosta alla vista è situata sotto vico Cinquesanti. La continua stratificazione di Napoli, infatti, ha fatto si che l’antico Teatro si trovi (per buona parte) sotto le abitazioni.

Napoli Sotterranea - Teatro Romano

Non stupitevi quindi se per visitarlo si debba accedere attraverso un antico vascio (basso) di vico Cinquesanti, ultima tappa del percorso di visita della Napoli Sotterranea. Basta spingere il letto per scoprire che la cantina, che il proprietario usava per tenere in fresco il proprio vino, era in realtà lo ‘spogliatoio‘ del antico Teatro.

Nerone e il Teatro di Neapolis

Si racconta che il celebre imperatore sostò a Napoli per un’esibizione. Mentre si dilettava con il canto, la terra cominciò tremare. Egli costrinse gli spettatori (tutti schiavi pagati da lui per applaudirlo) a non abbandonare il teatro, convincendoli che il terremoto fosse un segno degli dei e del loro apprezzamento verso il suo canto.

Informazioni sulla Visita

Le visite al Teatro Romano – Vico Cinquesanti sono a cura di Napoli Sotterranea Telefono: (+39) 081 296944;

Le visite al Teatro Romano  – Via S. Paolo ai Tribunali sono gestite dal Ufficio Archeologico di Napoli e non sono sempre accessibili. Tel. 081/440942 dal lunedì al venerdì h. 9.00-13.00.