Napoli Sotterranea, una delle meta turistiche più visitate dai turisti in vacanza a Napoli, è una città del sottosuolo che ricalca in negativo quella in superficie. Una fitta rete di cunicoli gallerie, acquedotti e spazi scavati ed utilizzati dall’uomo che danno vita ad uno straordinario percorso archeologico tutto da esplorare!

Dalla Galleria Borbonica al Cimitero delle Fontanelle, da Napoli Sotterranea alle Catacombe di Napoli, sono tanti i luoghi da visitare passando per la grande rete di cunicoli, gallerie ed acquedotti che attraversano tutto il centro storico di Napoli.



Una visita della Napoli sotterranea è un’esperienza che cambia decisamente il modo di vedere la città e che meglio di qualunque altra visita guidata fa comprendere il passato e la storia millenaria di “Partenope”.

Napoli Sotterranea - Acquedotto

Napoli Sotterranea è il percorso sotterraneo più conosciuto. Da piazza San Gaetano (su via dei Tribunali, accanto alla Basilica di San Paolo Maggiore) si scende 40 metri sotto il Centro Storico di Napoli per una passeggiata di due ore attraverso un labirinto di caverne, tunnel e passaggi scavati nel tufo vulcanico dai Greci sin dal IV secolo A.C., alla fine si risale in superficie per vedere i resti di un teatro greco-romano nascosto all’interno di un basso.

Napoli Sotterranea (teatro greco)

Durante il percorso si visiteranno le cave di tufo greche, l’acquedotto e le gallerie di epoca romana, il tunnel di epoca borbonica, i rifugi antiaerei ed il museo della guerra risalenti alla seconda guerra mondiale, il museo dell’acqua ed il museo del presepe napoletano.

Dunque se non soffrite di claustrofobia e siete in visita a Napoli, non potete non approfittare dell’occasione per un avventuroso tour nel sottosuolo della città. Bisogna indossare scarpe comode e portare una giacca o un maglione.

Napoli Sotterranea, le Origini – Furono i romani che dettero un forte impulso alla sviluppo della Napoli sotterranea, perchè non solo continuarono l’opera di scavo per ricavare il materiale da costruzione, ma collegarono le varie cave con cuniculi, tunnel e canali per convogliarvi le acque del Serino, una fonte a 70 Km da Napoli, e trasformarle così in cisterne. In questo modo da ogni casa, tramite un pozzo, si poteva accedere alla cisterna sottostante e approvvigionassi d’acqua. Un sistema utilizzato dalla popolazione fino al 1885.

Napoli Sotterranea - rifugio antiaereo

Durante la Seconda Guerra Mondiale, i cunicoli della Napoli Sotterranea servirono da rifugio per gli abitanti durante i bombardamenti. Successivamente le antiche cavità di tufo, i labirinti e i vecchi acquedotti sono stati anche utilizzati come discarica, fino all’opera di recupero iniziata da alcuni volontari negli anni 80.

Napoli Sotterranea, informazioni utili

Entrata: Piazza San Gaetano, 68
Tel.: +39 081 296944
Sito web: http://www.napolisotterranea.org/

Visite possibili tutti i giorni dalle 10:00 – 18:00, ogni ora in italiano e ogni 2 ore in inglese. Tour notturno alle 21:00 il Giovedi, su prenotazione.