Riapre per la stagione estiva Villa Lysis, un capolavoro architettonico che nel 1905 il barone Jacques d’Adelsward-Fersen fece costruire come sua dimora personale sull’isola di Capri. Oggi è di proprietà del comune di Capri che ne ha affidato la gestione all’associazione culturale Apeiron.

La riapertura del sito, dopo la pausa invernale, è fissata per sabato 30 aprile, in occasione della rassegna Panorama Letterario, patrocinata dalla Città di Capri, primo di nove eventi che fino a dicembre terranno compagnia i visitatori, trasformando la casa in un teatro della cultura.

La storia di Villa Lysis è legata al barone Jacques d’Adelsward Fersen, nato a Parigi nel 1880 e morto a Capri nel 1923. L’eccentrico poeta e scrittore parigino, raggiunge Capri nel 1904 e l’anno dopo si fa costruire una casa isolata dell’isola: Villa La Gloriette, che qualche tempo dopo diventa Villa Lysis, dal nome di un discepolo di Socrate, Liside.

Progettata dall’artista Edouard Chimot è un palazzetto in stile neoclassico situato in cima ad una collina vicino al luogo in cui, due millenni prima, l’imperatore romano Tiberio aveva costruito Villa Jovis.

Belvedere di Villa Lysis, Capri

Passata di mano in mano e caduta in abbandono, Villa Lysis è stata acquistata nel 2001 dal Comune di Capri. Grazie al lavoro di recupero, promosso dall’associazione locale Capri è anche mia che ha portato avanti la riqualificazione del giardino, e Apeiron che si occupano dell’accoglienza e promozione della casa museo, la dimora è tornata in tutto il suo splendore.

La villa, infatti, testimonia la vita degli anni d’oro che Capri ha vissuto negli anni a cavallo tra ’800 e ’900 sino al Grand Tour, quando l’isola divenne dimora di esuli, scapigliati, intellettuali, artisti e dandy di ogni nazione.

I visitatori sono accolti da quattro colonne ioniche e da un architrave sul quale si trova l’iscrizione in latino che Fersen volle dare come benvenuto ai suoi ospiti, e che ben rappresenta lo spirito con cui il barone abitò questo luogo: Amori et dolori sacrum, (luogo sacro all’amore e al dolore).

All’interno i visitatori possono ammirare elementi dell’architettura classica e rifiniture, che richiamano ai colori della pittura di Klimt e Olbricht. Lo scalone principale, che porta al primo piano e alle camere da letto, è in stile “Art Nouveau”.

L’edificio è circondato da ampio giardino con un tempietto circolare da cui inizia un sentiero che sbocca sul mare, qui la vista è una gioia per gli occhi: con un solo sguardo si abbraccia Marina Grande e l’intero Golfo di Napoli.

Villa Lysis Capri, per saperne di piu

Dove: via Lo Capo 12, Capri (NA)
Costo: 2.00€; gratis per i bambini fino a 11 anni e i residenti di Capri
Sito web: http://www.villalysiscapri.com

Apertura: tutti i giorni da Aprile a Dicembre 2017, escluso il mercoledì
ore 10.00 – 18.00 Aprile, Maggio, Settembre, Ottobre
ore 10.00 – 19.00 Giugno, Luglio, Agosto
ore 10.00 – 16.00 Novembre, Dicembre