Torna il Metrò del mare, la linea di aliscafi che collega il Cilento con Napoli, Capri e la Costiera Campana. A partire dal primo di luglio 2017, dopo due anni di interruzione, sarà attivo il collegamento tra la costa cilentana e il Golfo di Napoli con le sue isole.

Il Metrò del mare funzionerà per due mesi dall’1 luglio al 31 agosto e vede coinvolti nove porti campani sulla costa e sulle isole dell’arcipelago napoletano: Napoli Beverello, Capri, Positano, San Marco, Acciaroli, Marina di Casal Velino, Palinuro, Marina di Camerota e Sapri.

Metrò del Mare, le tratte attive

  • La linea 1 – da Salerno alla Costa del Cilento – Attiva il sabato e la domenica, collegamenti di andata e ritorno da Salerno per Agropoli, San Marco, Acciaroli, Casal Velino, Pisciotta, Palinuro Camerota.
  • La linea 2 – dal Cilento alla Costa di Amalfi – Attiva dal lunedì al venerdì – , collegamenti da Salerno per Agropoli, San Marco, Amalfi, Positano, (coincidenza per Capri).
  • Linea 3 –  da Sapri a Napoli
    • 3/A – attiva il martedì, mercoledì e giovedì – Cilento (Sapri- Capri – Napoli) via Camerota, collegamenti A/R da Sapri per Camerota, Pisciotta, Casal Velino, Capri e Napoli.
    • 3/B – attiva il lunedì e venerdì – dal Cilento via Acciaroli per Sapri, Capri e Napoli, i collegamenti A/R da Sapri per Palinuro, Acciaroli, San Marco, Capri e Napoli.
  • Linea 4 – Area Archeologica Flegrea Vesuviana – Attiva dal martedì al venerdì

I biglietti avranno un costo che oscillerà tra i 3 e 17 euro. Gli orari prevedono partenze tra le 7 e le 8 del mattino e rientro tra le 20,15 e le 21.

Metrò del Mare - Costa del Cilento

Tutte le località toccate dagli aliscafi del Metrò del mare meritano una fermata. Oltre alle magnifiche isole del Golfo di Napoli e alle perle più famose del Cilento, altri luoghi sono unici e suggestivi, tra queste le Grotte del Bussento, a pochi chilometri dalla costa del Golfo di Policastro. Si tratta dell’oasi di Morigerati del Wwf, inserita nella lista mondiale dei Geoparchi. Qui c’è un percorso natura e un’area attrezzata per la visita alle grotte. Si effettuano, inoltre, passeggiate lungo antichi sentieri, torrentismo e canoa nelle gole del Bussento, e visite guidate nelle vicine località del Golfo di Policastro.

Per chi vuole passare una giornata alla ricerca dei tesori dell’archeologia: Paestum con i suoi 3 templi dorici è tra le mete salernitane più conosciute in Italia e all’estero. Lo splendore dei Templi, la ricchezza di reperti, come la tomba del Tuffatore, custoditi nel Museo Archeologico Nazionale di Paestum non potranno lasciare indifferenti.