Tra le principali mete del turismo in Campania, a poca distanza da Napoli, la Costiera Amalfitana è una sorgente infinita di bellezza e cultura, con un susseguirsi di panorami mozzafiato.

La costa d’Amalfi si affaccia sul golfo di Salerno e prende il nome dalla città di Amalfi, nucleo centrale della Costiera. I suoi confini erano presidiati da castelli e fortificazioni i cui resti sono visibili in prossimità dei centri abitati, lungo la costa, una serie di torri di avvistamento ricordano le incursioni dei corsari turchi.

Il massimo splendore della Costiera si è avuto in epoca dell’antica Roma dove i patrizi romani stabilirono la loro residenza, numerose sono le ville sparse un po’ in tutta la Costiera; successivamente un secondo periodo di importanza storica si è avuto con la Repubblica di Amalfi, Repubblica Marinara insieme a Pisa, Genova e Venezia.

Provenendo da Napoli, in direzione Salerno, la prima località che si incontra è Positano, una pittoresca città con case quadrate con il tetto a cupola, tipiche le tantissime “scalinate” che dall’alto del paese giungono in basso, alla Spiaggia Grande e quella di Fornillo.

Dopo aver attraversato Praiano, famosa per le stazioni balneari della Marina di Praia, si giunge a Furore, il paese che non c’è, col suo abitato sparso sui fianchi della montagna a strapiombo sul mare.

Proseguendo il viaggio, si arriva a Conca dei Marini antico borgo marinaro dalle bianche case arroccate sotto titanici costoni rocciosi, con la sua Torre Saracena e la stupenda Grotta dello Smeraldo.

Sempre sulla strada per Salerno, arriviamo ad AMALFI, la prima delle quattro Repubbliche Marinare, con attracchi nei principali porti del Mediterraneo. L’odierno centro abitato, in parte su un pendìo, è caratterizzato da case bianche con volta a botte costruite su terrazzamenti ed una pittoresca trama di vicoli e scale, terrazze sulle distese di mare blu… vorrete fotografare ogni scorcio per conservare un po’ della sua bellezza. Lo storico porto, rivive ancora oggi i fasti del passato repubblicano, con la Regata Storica delle Repubbliche Marinare, che si svolge, in costumi medioevali, ogni 4 anni a giugno. Il più celebre monumento di Amalfi è certamente il Duomo in stile arabo-siciliano ed attualmente dedicato a Sant’Andrea.

A poca distanza troviamo Ravello ovvero la terrazza più bella del mondo, che da un’altezza di 350 mt, domina il mare azzurro della Costiera Amalfitana. Questa antica città medievale ospita numerosi eventi musicali e culturali presso Villa Rufolo, sede del palco a picco sul mare del Festival, da Villa Cimbrone, famosa per il suo emozionante Belvedere, si gode uno dei più bei panorama del mondo. Impossibile non innamorarsi di fronte ai panorami infiniti che si possono ammirare da queste ville che sembrano a metà strada tra terra e cielo.

Infine incontriamo Minori, dove è possibile visitare i grandiosi resti di una villa romana del I secolo d.C. e Maiori dalle spiagge di sabbia finissima.

Ultimo gioiello del litorale amalfitano: Vietri sul Mare, un incantevole borgo famoso per l’artigianato della ceramica, tuttora fiorente, che ebbe inizio nel Medioevo e che è possibile ammirare nel locale Museo della Ceramica. Situata in una zona protetta del golfo, Vietri è fatta di deliziose casette con tegole in cotto e chiese con cupole in maiolica colorata.

Come si arriva sulla costiera amalfitana

I mezzi pubblici che arrivano in Costiera sono gli autobus della SITA e, nel periodo estivo, s’intensificano i trasporti grazie ai collegamenti via mare tramite traghetti e aliscafi con partenza Salerno. Per tutti coloro che, invece, scelgono di muoversi con la propria auto è bene sapere che per arrivare in Costiera bisogna affrontare una strada dalle curve molto tortuose.

  • In auto: bisogna imboccare l’A3 Napoli-Salerno ed uscire a Vietri sul Mare, percorrendo poi la Strada Statale 163, fino ad Amalfi.
  • In nave: Solamente nel periodo estivo traghetti ed aliscafi collegano i centri più importanti della costiera con Salerno, Capri Sorrento e Napoli. Le linee che arrivano ad Amalfi, partendo dal Molo Beverello di Napoli, sono la MM2 e la MM3.
  • In treno: dalla Stazione di Napoli Centrale si arriva fino a Sorrento utilizzando la linea ferroviaria circumvesuviana; da qui poi partono i bus della SITA per Amalfi.
  • In autobus: Il servizio di trasporto pubblico viene svolto in Costiera Amalfitana dalla società “SITA”, che unisce i vari centri con il capoluogo di provincia.

Sito Web di Amalfi: http://www.amalfitouristoffice.it/