Capri, l’isola visitata e amata dai turisti di tutto il mondo, è una meta consigliata non solo ai frequentatori di spiagge e del jet-set ma anche agli appassionati di camminate all’aria aperta che sapranno avventurarsi alla scoperta di luoghi di meravigliosa bellezza. Uno di questi è il Monte Solaro che, con i suoi 589 metri di altezza, è il punto più alto dell’isola.



Dalla cima del monte è possibile ammirare un panorama che non conosce limiti, da un lato si vede Napoli con il Vesuvio e le isole di Ischia e Procida, dall’altro la Penisola Sorrentina e la Costiera Amalfitana con gli isolotti dei Galli. Lontano il profilo di Punta Licosa e le cime dei Monti Lattari. Sotto lo strampiombo, i Faraglioni, eterni guardiani dell’isola.

Monte Solaro, Capri
(Photo @Capri.net)

Il Monte Solaro è conosciuto anche come l’acchiappanuvole a causa della corona di nuvole che a volte avvolge la sua cima. La vetta è raggiungibile a piedi, ma consigliamo l’esperienza seggiovia, durante il rapido percorso di soli 13 minuti, si rimane infatti estasiati dalla prospettiva insolita di questo lato di Capri. Passerete inoltre sopra limoneti, vigne, fichi d’India, e distese verdi.

Giunti in vetta sarete accolti dai resti del Fortino di Bruto una delle tante costruzioni militari risalenti agli antichi conflitti tra francesi e inglesi sull’Isola di Capri. Seguendo le indicazioni, si arriva all’eremo di Santa Maria a Cetrella una chiesetta di origini medievali solitaria e a picco su Marina Piccola. Un luogo di pellegrinaggio dei pescatori di Capri prima di un viaggio avventuroso in mare.  Pochi passi separano l’eremo dalla dimora dello scrittore scozzese Compton Mackenzie, trasformata in centro-studi su flora e fauna locali aperto ai visitatori (tel. 081.8371157).

Seggiovia Monte Solaro, Capri

Da qui parte l’antico sentiero di Passetiello (piccolo passo), una delle due sole vie d’accesso ad Anacapri prima che, 130 anni fa, fosse costruita la strada carrozzabile da Capri. Attenzione il sentiero è molto stretto.

Su un fianco del Monte Solaro svetta il castello Barbarossa, un guardiano silenzioso abbracciato dalla macchia mediterranea che permetteva al Ducato di Amalfi di controllare cosa accadeva nel Golfo di Napoli e di Salerno. La fortezza, tanto amata dal medico Axel Munthe padrone di Villa San Michele trasformò il maniero in un rifugio per gli uccelli.

La Seggiovia del Monte Solaro si trova ad Anacapri, via Caposcuro 10. Orari di apertura: Da marzo a ottobre: 9.30 – 17.30. Da novembre a febbraio: 10.30 – 15.00. Prezzi: 11 Euro A/R, 8 Euro solo andata. Bambini: da 0 a 7 anni gratis (in braccio ai genitori). Tutte le sedioline della seggiovia sono singole, c’è una barra a protezione che però può essere facilmente alzata.