Non tutti lo conoscono, ma il Palazzo San Teodoro a Napoli è tra i più significativi luoghi d’arte e cultura della città. Una reggia in miniatura affacciata sulla Riviera di Chiaia, proprio di fronte a quella Villa Comunale sorta come passeggiata del re.

Il palazzo venne eretto nel XIX secolo su commissione del duca di San Teodoro ed il progetto venne affidato all’architetto neoclassico Guglielmo Bechi, che realizzo anche la vicina Villa Pignatelli. Oggi questa prestigiosa casa nobiliare napoletana, accuratamente restaurata nel 2001, apre le sue porte a quanti vogliono farne sede di eventi culturali e artistici, congressi, convegni, meeting o come suggestiva cornice per colazioni di lavoro, pranzi e cene di gala.

Napoli - Palazzo San Teodoro, la facciata

Il Palazzo sperimenta, inoltre, un nuovo modo di visitare un museo, un mix tra reale e digitale, con il progetto Palazzo San Teodoro Experience. Grazie alla creazione di due app sviluppate su Samsung Gear VR, è possibile, infatti, viaggiare nel tempo e nella storia. Indossando Oculus ed auricolari, ciascun visitatore potrà immergersi in una realtà virtuale costituita da due tappe: la prima ci proietterà nel Golfo di Napoli durante lo sbarco di un vascello ai tempi dei Borbone, e l’altra in un simposio musicale, caratteristico di quel periodo.

L’edificio è distribuito su tre piani e impreziosito al centro da un loggiato suddiviso negli ordini dorico, ionico e corinzio, fu costruito in pieno stile neoclassico con un occhio attento, per quanto riguarda le decorazioni interne l’architetto, amante delle antichità classiche, scelse temi derivati dalla pittura pompeiana.

Napoli - Palazzo San Teodoro, la galleria

Il mobilio e l’arredo conservano ancora la magnificenza delle maestranze artigiane che servivano i Borbone sul finire del Settecento. L’ambiente di più effetto è il grande Salone da Ballo a pianta rettangolare su cui svetta una volta semi-cilindrica a stucchi scanalati racchiusa dentro due nicchie laterali: ad impreziosire il tutto quattro grandi specchiere, stucchi e pregevoli affreschi.

La Galleria è caratterizzata da tre grandi vetrate, lampadari di bronzo dorato e bronzo brunito con globi di cristallo. Attraverso la galleria si accede ad una lunga infilata di tre saloni i cui soffitti sono affrescati con soggetti ad ispirazione ellenistica ed ercolanense, mentre il Salone degli Specchi, la sontuosa sala da pranzo, si impone con un il grandioso lampadario Impero in bronzo dorato sospeso sul tavolo in marmo e legno in lamina d’oro.

Le visite si possono effettuare solo previa prenotazione al numero verde 800 911 115 o via web sul sito. I proventi saranno destinati al mantenimento e alla conservazione della casa-museo. La durata complessiva della visita guidata è di circa 50 minuti.

Palazzo San Teodoro

Indirizzo: Riviera di Chiaia 281, 80121 Napoli
Prezzo biglietto: Visita del Palazzo gratuito – Tour (visita guidata e noleggio Oculus): 4,50 euro – Bambini fino a 13 anni: 2 euro
Sito internet: https://www.palazzosanteodoro.it