Il più celebre presepe subacqueo d’Italia si trova nellala Grotta dello Smeraldo di Conca dei Marini, sulla Costiera amalfitana. Qui a circa quattro metri sul fondale sono collocati i personaggi della Natività.

Il Presepe subacqueo nasce nel 1964, per iniziativa di alcuni abitanti della costiera, che vollero così ricordare i loro cari deceduti in mare.

Le prime erano del ceramista Matteo Di Lieto; vennero sostituite una prima volta nel 1987 e in seguito nel 1992 con le attuali realizzate in vetro resina più resistenti agli agenti atmosferici e alla corrosione della salsedine.



Dal 1968, c’è una sorta di processione marina per omaggiare il presepe. Un rito che continua ancora oggi, grazie Gruppo Operativo Subacqueo di Salerno che per l’occasione danno vita ad una fiaccolata marina per poi raggiungere le statue della natività che si trovano sul fondale.

Il rito della benedizione del “Bambino”, e la tradizionale processione subacquea, è un appuntamento irrinunciabile è una manifestazione di grande richiamo nel calendario subacqueo nazionale, spesso integrato con i festeggiamenti di Sant’Andrea, santo patrono di Amalfi.

presepe subacqueo nella Grotta dello Smeraldo
Foto Enzo Troisi

Sul nostro post La Grotta dello Smeraldo a Conca dei Marini , scopri i dettagli di uno dei luoghi più suggestivi della Costiera Amalfitana.

Come arrivare alla Grotta dello Smeraldo

La Grotta dello Smeraldo si trova a circa 5 km da Amalfi, nella baia di Conca dei Marini.

Potrete accedere alla grotta sia via mare che via terra. In questi due modi: Via mare da Amalfi o Conca de’ Marini; Via terra a Conca de Marini prendendo l’ascensore.

Il sito è visitabile tutto l’anno. Da aprile sino a ottobre, dalle ore 9.00 alle ore 16.00; mentre in inverno, dalle ore 9.00 alle ore 15.00.

Il piccolo tour della grotta si può fare solo in barca. In gruppi di persone si sale sulla barca a remi portata da un tipico rematore che narra la storia della Grotta e spiega i mille volti delle stalattiti e stalagmiti.