Marechiaro, sito nel quartiere Posillipo di Napoli, è un piccolo borgo di pescatori a picco sul mare dove si respira ancora un’atmosfera unica con ristoranti sul mare, reti ammassate e vecchi gozzi di legno.



Da via Posillipo parte una piccola discesa che scende tra ville e quel che resta dei vigneti di Posillipo, che producevano un vino prelibato sin dai tempi dei romani. Si raggiunge quindi la piazza a mare e la piccola Chiesa di S. Maria del Faro, un’opera barocca a navata unica con piccoli pezzi di arredo proveniente da scavi romani, che è stata eretta sul luogo dove anticamente era presente un antico faro romano da cui la vergine prese il nome.

Santa Maria del faro, Borgo di Marechiaro Napoli

La Chiesa di Santa Maria del Faro. Gioiello affacciato sul porticciolo di Marechiaro

Il nome del Borgo pare derivi dal latino mare planum (dove il mare e’calmo), divenuto poi in dialetto napoletano mare chiaro e quindi Marechiaro. Il particolare che più ha contribuito alla mitizzazione di questo luogo è la cosiddetta Fenestrella.

La leggenda narra che il poeta e scrittore napoletano Salvatore di Giacomo, guardando una fenestrella sul mare, trasse ispirazione per la celebre canzone napoletana Marechiare. Tutt’oggi la finestra esiste, e c’è sempre un garofano fresco sul davanzale, oltre ad una lapide celebrativa in marmo bianco con sopra inciso lo spartito della canzone e il nome del suo autore (morto nell’aprile del 1934).

Borgo di Marechiaro (Napoli), Vista su Capri

Marechiaro ebbe ed ha tutt’oggi grande fama sopratutto per lo splendido panorama sul golfo di Napoli dal Vesuvio fino ad arrivare alla penisola Sorrentina e all’Isola di Capri che compare esattamente di fronte alla spiaggia.

Il Borgo, tra le sue caratteristiche, accoglie anche il celebre Scuglione e’ Marechiare, una suggestiva scogliera ad ingresso libero, facilmente raggiungibile in barchetta. Per raggiungere lo Scoglione o per effettuare delle interessanti e suggestive escursioni, basta affidarsi alla bravura degli storici barcaioli di Marechiaro che hanno fatto di Calata Ponticello a Marechiaro, un attracco professionale e organizzato.

Villa Degli Spiriti, Marechiaro
L’escursione in barca consente di raggiungere il parco sommerso della Gaiola (area marina protetta) dove si trovano i resti di un edificio romano denominato Palazzo degli Spiriti che alcuni chiamano anche la Villa di Virgilio, sostenendo che di tanto in tanto, vi si manifesti lo spirito del  Poeta, pronti a giurare di aver sentito declamare, da  una voce  misteriosa, i suoi versi.

Panorama da Marechiaro, Napoli

Non vi è null’altro di più magico e indimenticabile di sorseggiare un drink presso uno dei bar del Borgo di Marechiaro o godersi il pranzo in uno dei caratteristici ristoranti, tra terrazze mozzafiato e succulente portate a base di pesce fresco.

Ristorante Al Faretto – Via Marechiaro, 127, 80123 Napoli, Telefono: +39 081 575 0130 – il posto giusto per gli amanti del pesce con vista mozzafiato sul golfo di Napoli. Ottimi piatti di mare (in particolare i primi). Assaggiare il carpaccino di crudo, la polpa di riccio, il gambero incatenatoe e i gamberoni alla brace.

Ristorante ‘A Fenestella – Calata Ponticello a Marechiaro, 27/A 80123 Napoli, Telefono: +39 081 769 0020 – un ristorante con una suggestiva posizione sulla graziosa caletta di Marechiaro. Prevalentemente si cucina pesce, in base al pescato del giorno.

Trattoria Cicciotto – Calata del Ponticello a Marechiaro, 32 80123 Napoli, Telefono: – +39 081 575 1165 – qui si mangia esclusivamente pesce, cucinato secondo la tradizione napoletana e nei modi più diversi, unitamente ad indescrivibili specialità come gli Schiaffoni all’aragosta o le Linguine ai granchi“

Fish Bar – Via Marechiaro 80123 Napoli 80123 Napoli, Tel. 081 575 7775 – in un ambiente minimal propone light lunch e take away, il tutto con un ottimo rapporto qualità prezzo.

Marechiaro

Indirizzo: Via Marechiaro
Come arrivare: Da piazza Garibaldi: Linea metro L2, stazione Mergellina, poi autobus 140 (alla fermata Bruno-Sannazzaro), scendere alla fermata Posillipo-rione Primavera (circa 7 minuti a piedi).