Il Cilento, il cui nome viene fatto derivare dal fiume Alento che lo percorre, è un angolo di paradiso a sud di Napoli con una costa superba e punteggiata da località balneari che attirano turisti da tutto il mondo.



Il Cilento è un territorio che si può pregiare dell’appellativo di “Giardino d’Europa”.

Incluso interamente nella provincia di Salerno, tra la piana di Paestum e il Golfo di Sapri, vanta numerosi luoghi di grande interesse turistico con ben 3 luoghi storici inseriti nei siti patrimonio dell’umanità dell’Unesco: Elea – Velia, con l’acropoli, l’agorà e il santuario di Poseidone, Paestum, templi e vestigia dei primi coloni ellenici in ottimo stato di conservazione e la Certosa di Padula uno dei più sontuosi monumenti barocchi del Sud Italia.

I templi di Paestum

A cui si aggiunge il Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano ed Alburni dove troviamo suggestivi paesaggi montani con macchia mediterranea, paesini arrampicati su costoni rocciosi, borghi storici quasi abbandonati, boschi, sentieri, fiumi e cascate.

Il Cilento vanta anche una tradizione agro-alimentare che ne ha fatto la patria della dieta mediterranea, ma probabilmente il Cilento viene identificato principalmente con il suo pulitissimo mare, che tra anfratti inattesi e spiagge di sabbia, sorprende e soddisfa ogni tipo di attesa turistica.

Cilento Campania

Una costa da visitare soprattutto dal mare con un’escursione in barca, molti tratti costieri suggestivi, sono infatti inaccessibili da terra e visibili solo dal mare come Punta Licosa, oggi riserva marina protetta e oasi naturale per passeggiate odorose di resina e mare.

Entrando nel cuore del Cilento, passiamo a scoprire la spiaggia grande di Acciaroli, con la sua sabbia finissima e dorata, meta ambita dalle tartarughe Caretta Caretta le quali, spesso e volentieri, decidono di far schiudere lì le centinaia di uova che vengono a deporre.

Tra le mete turistiche del Cilento più frequentate per il turismo balneare c’è Ascea (Marina di Ascea), la sua stupenda spiaggia si estende per circa 5 Km ed è caratterizzata da una sabbia a a granulometria grossana.

Anche le spiagge di Marina di Camerota sono assai note e celebrate, a cominciare dalla famosissima spiaggia di Lentiscelle. Bellissime inoltre la spiaggia Calanca e Cala d’Arconte, dove il mare del Cilento si fa davvero unico. E che dire delle spiagge di Palinuro, con il suo capo che si estende nel mare per circa 2 chilometri. Qui a lasciarvi senza fiato saranno le sue grotte tra cui la famosa grotta azzurra, poco differente da quella di Capri ma altrettanto suggestiva per i giochi di luce che si sprigionano al suo interno.

Cilento Palinuro

La spiaggia del Troncone, vicino Palinuro, è l’unica in tutto il Sud Italia a permettere il nudo integrale.

Se avete la fortuna di percorrere questo tratto di costa non potete non fermarvi a fare un bagno ed ammirare le splendide acque di baia degli Infreschi e di Cala Bianca a Marina di Camerota.

Il Cilento non è solo sole e mare, ma è anche un luogo di cultura e di bellezze architettoniche da poter visitare. Arrivando da Napoli, la prima tappa è Agropoli con il suo castello panoramico. Splendido e sofisticato anche il borgo di Torchiara, famoso per i palazzi baronali e borbonici e la Chiesa del Santissimo Salvatore. Non può mancare nel vostro diario di viaggio un’escursione a Castellabate un piccolo borgo che ha conservato, intatta, la pianta di tipica cittadella medievale. La cittadina è diventata famosa perché scelta come location delle riprese del film “Benvenuti al Sud”.

Il paese di Pollica, sede municipale, sorge in un luogo molto panoramico. Notevole qui il Castello medievale del 1290 e la cappella di S. Pietro del 1524: poco fuori il paese infine sorge il convento di Maria SS. delle Grazie, dei frati minori, del 1611.

Spiagge del Cilento, le nostre preferite:

  • Spiaggia di Marina di Ascea – Ascea
  • Baia di Trentova – Agropoli
  • Cala Bianca – Camerota
  • Cala degli Infreschi – Camerota
  • Spiaggia di Lentiscelle – Camerota
  • Punta Licosa – Castellabate
  • Spiaggia del Pozzallo – Marina di Camerota
  • Spiaggia della Marinella – Palinuro
  • Capo Palinuro – Palinuro
  • Baia del Buon Dormire – Palinuro

Metrò del Mare

Come Arrivare nel Cilento Da Napoli o Salerno, in auto, treno, autobus o via mare:

Auto: l’autostrada A3 Napoli-Salerno-Reggio Calabria permette di raggiungere diverse località del Cilento.Numerose, poi, le Strade Statali (18, 19, 166, 447, 447r, 517, 562, 562d) e le superstrade,
Autobus: partenze da Napoli e da Salerno con gli autobus della CSTP. Collegamenti diretti dall’aeroporto di Napoli alle località del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano garantiti dal Cilento Express.
Aliscafo: il Metrò del Mare raggiunge Salerno e le principali località costiere del Cilento.
Treno: si può utilizzare la linea Napoli-Salerno-Reggio Calabria che serve tutta la zona costiera del Cilento. Località raggiungibili: Capaccio-Paestum, Agropoli, Vallo della Lucania, Ascea-Velia, Pisciotta, Centola, Policastro e Sapri.