Continua il nostro itinerario turistico alla scoperta dei luoghi simbolo di Napoli, una città antica e per questo ricca di storia, arte, cultura e tradizioni e non è facile scegliere cosa vedere: fortezze e castelli in mezzo al mare, palazzi, musei, chiese, monumenti, grotte. E poi scorci di un panorama senza eguali, regole di vita che valgono soltanto qui e in nessun altro posto della terra. E allora pronti, scarpe comode e sguardo curioso.

Napoli: Piazza del Plebiscito
Se c’è un luogo simbolo di Napoli, questa è Piazza del Plebiscito. Originariamente non era altro che un ampio spazio, in cui si svolgevano feste popolari. Con la costruzione del Palazzo Reale e con il completamento della Basilica di San Francesco di Paola cominciarono i lenti cambiamenti che la portarono ad avere il meraviglioso aspetto che tutti conosciamo.

Museo Archeologico di Napoli, prima Scuderia Vicereale poi sede dell’Università, oggi è uno dei più importanti musei nel mondo. Il Museo, oltre a contenere i ritrovamenti degli scavi di Pompei, ospita reperti dell’età greco-romana, le antichità egizie ed etrusche della collezione Borgia e le monete antiche della collezione Santangelo. Da non perdere il “Gabinetto segreto” che raccoglie affreschi e sculture antiche dedicate al tema dell’erotismo.
Santa Chiara, il chiostro maiolicato (Napoli)
Il monastero di Santa Chiara, a rendere questo luogo ancor più sorprendente vi è il chiostro interno con le sue bellissime maioliche, frutto dell’abilità e della qualità dell’artigianato napoletano. Risalente al 1300 è una delle mete più seguite dal turismo internazionale, sulle pareti del chiostro appaiono affreschi risalenti al 600 e raffiguranti scene dell’Antico Testamento.

Spaccanapoli, la strada che va dai Quartieri Spagnoli al popolare quartiere Forcella, tagliando in linea retta la città di Napoli che è possibile ammirare da Castel San’Elmo o dalla Certosa di San Martino sulla collina del Vomero. Non stupitevi di nulla, lungo il percorso, tra botteghe, negozi e pizzerie, è possibile ammirare moltissimi edifici e chiese, che fanno parte del patrimonio artistico, storico e culturale di Napoli.
Napoli, Galleria borbonica
Galleria Borbonica, uno dei percorsi sotterranei più belli ed insoliti che Napoli possa offrire. La Galleria Borbonica, un fitto intrigo di anfratti, grotte e cunicoli, fu voluta nel 1853 da Ferdinando II di Borbone per permettere un accesso rapido a Palazzo Reale da parte delle truppe e una via di fuga verso il mare per i sovrani napoletani.